Regione

Regione, Cattaneo: Napolitano è un preludio alle larghe intese

Il presidente Raffaele cattaneo, grande elettore per il Pirellone

Il presidente Raffaele cattaneo, grande elettore per il Pirellone

“L’elezione di Giorgio Napolitano è un fatto positivo, una scelta che ha ottenuto larghissimo consenso, che unisce e non divide” lo dichiara il presidente del Consiglio regionale della Lombardia Raffaele Cattaneo, delegato regionale per la Lombardia a Roma per l’elezione del Presidente della Repubblica.

“Napolitano é stato un presidente molto apprezzato e capace; ha dimostrato di saper essere super partes e di amare le istituzioni. Quando tre quarti di un migliaio di rappresentanti del popolo, democraticamente eletti, votano tutti per il medesimo candidato, soprattutto in un momento di confusione e incertezza, e mentre si profilava uno scenario indeterminato, questo è certamente un risultato molto positivo e un segnale per tutto il Paese”.

Catttaneo ha aggiunto: “La riconferma di Napolitano prelude a un governo politico di larghe intese, di pacificazione nazionale, verso una Legislatura, forse breve, che finalmente prende concretamente avvio e potrà essere costituente, nella quale fare le riforme che servono a Paese”.

“Chi di fronte ad una scelta così ampiamente condivisa propone improbabili ‘Marce su Roma’ – ha concluso Cattaneo – sta compiendo un atto carico di potenzialità oggettivamente eversive e assume la grave responsabilità di negare ciò che la democrazia ha scelto attraverso l’esercizio delle regole delle Istituzioni, così come previsto dalla Costituzione. È un fatto grave e che non può rimanere senza condanna ferma e unanime”.

21 aprile 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Regione, Cattaneo: Napolitano è un preludio alle larghe intese

  1. Giuseppe Licata il 21 aprile 2013, ore 02:23

    Abbiamo dubbi..?

  2. GIO il 22 aprile 2013, ore 12:01

    Avanti sempre cosi’, che resta tutto come prima ! Intanto “marce su Roma” non sono proprio avvenute, ma solo proteste civili che hanno evidenziato – se pur ce ne fosse ancora biogno – l’indignazione della gente contro una partitocrazia corrotta e rapace. Protesta unisona che proviene da ogni settore della societa’, e particolarmente dai giovani che giustamente aspirano ad una piu’equa ridistribuzione del lavoro e della ricchezza. Inutile cercare di soffocarla, se non date risposte concrete aumentera’ col tempo fino a travolgervi !

Rispondi