Politica

Quirinale, Marini? Colpito e affondato. Ora sarà scheda bianca

parlamentoDopo che Franco Marini non è riuscito ad essere eletto Presidente della Repubblica, al primo turno, ora diventa probabile che nei due prossimi appuntamenti ci sarà una marea di schede bianche. A Marini sono arrivati 521 voti, mentre al candidato supportato dal Movimento 5 Stelle, il giurista Stefano Rodotà, sono arrivate 240 schede. Poi Chiamparino (41 voti) e Prodi (14). Decisamente consistente il numero delle schede bianche, ben 104 voti. Il dato politico decisivo resta la frammentazione del Pd, con la messa fortemente in discussione della leadership dello stesso Bersani.

A questo punto, per le prossime due votazioni, la maggioranza che sosteneva Marini, fatta da Pd, Pdl, Scelta Civica, Lega Nord, punterà sulla scheda bianca sostanzialmente prendere tempo. Come ha sottolineato Crimi, capogruppo dei grillini al Senato, “su Rodotà sono arrivati più voti dei nostri”. Al quarto turno, con la maggioranza assoluta, tornano in scena, oltre a Rodotà, anche l’ex presidente del Consiglio, Romano Prodi.

Con la votazione a maggioranza assoluta, la quarta, il Pd deve decidere non solo il candidato al Quirinale, ma anche la maggioranza del prossimo governo, includendo o escludendo possibili alleanze con il Pdl.

 

18 aprile 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi