Varese

L’Africa dei fratelli Castiglioni. Da oggi appartiene al Comune

 

I fratelli Castiglioni

I fratelli Castiglioni

Semaforo verde della giunta comunale alla donazione della collezione etnografica dei fratelli Alfredo ed Angelo Castiglioni, che si trova nella dépendance di Villa Toeplitz.

Una serie di reperti importanti già inseriti nello spazio di Villa Toeplitz, oggi chiuso al pubblico e visitabile solo contattando i fratelli Castiglioni. La donazione consiste in utensili, monili, costumi, ossa, strumenti e documenti delle spedizioni effettuate, ed è molto interessante.

L’idea è di garantire l’apertura del Museo etnografico, non quotidianamente, ma con una formula adatta alle scuole e nel weekend. “Abbiamo ricevuto il benestare della Soprintendenza dei beni artistici ed etnoantropologici, per consentire l’apertura al pubblico – chiarisce l’assessore alla Cultura Longhini - essendo reperti di valore e spesso delicati. Stiamo anche valutando di dare la gestione ad un soggetto esterno, in modo da limitare i costi per l’amministrazione comunale ma nello stesso tempo rendere fruibile a tutti la preziosa collezione”.

I pezzi, raccolti dai fratelli esploratori ed archeologi nelle loro numerosissime spedizioni e negli scavi in Africa, sono oltre 800: si va da contenitori e recipienti in legno a bracciali ed anelli, da sonagliere per danza a cinture e gonnelline in pelle, fino a clave e frecce.

17 aprile 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi