Varese

Premio Valerio Filippini, un concorso-ponte tra scuola e lavoro

Gli organizzatori del premio a Villa Recalcati

Gli organizzatori del premio a Villa Recalcati

Presentata a Villa Recalcati la seconda edizione del libro dedicato al “Premio Valerio Filippini”, un premio che è stato assegnato in questi anni attraverso borse di studio universitario e stage aziendali. Un premio e un concorso intitolati al fisico apprezzato a livello internazionale, prematuramente scomparso nel 2004. Nel libro, curato dal giornalista Simone Rasetti, che ha per titolo “Quando il buon esempio fa scuola”, si ripercorrono quattro edizioni (si è giunti, quest’anno, alla quinta edizione) del premio Filippini, riservato a 50 studenti che frequentano le quarti e le quinte degli istituti scolastici statali e non di ordine secondario di secondo grado che hanno grande interesse per la fisica e la chimica.

Come ha ricordato l’assessore provinciale allo Sport e Attività produttive, Giuseppe De Bernardi Martignoni, “è un premio importante, che coinvolge il mondo della scuola e il mondo del lavoro”. L’assessore ha ricordato come questa iniziativa costituisca il modo migliore per chiudere il suo mandato. Un premio, ha continuato la moglie del fisico scomparso, Paola Salvini, “che ricorda mio marito con qualcosa di vivo, dimostrando quanto ha fatto in vita, oltre che per la sua famiglia, anche come esempio per i più giovani”.

Per Claudio Merletti, dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale di Varese, “è una esperienza matura che non può appassire, e non può andare dispersa. Un’esperienza che può continuare se sostenuta, come in questo caso, da una comunità che vive”. L’assessore provinciale all’Istruzione Alessandro Bonfanti ha sottolineato come si tratti di “un modello da esportare”, mentre Franco Colombo, presidente di Confapi Varese, “è un esempio di collaborazione tra buona politica e buona scuola”. Infine Davide Cionfrini, per Univa, ha rimarcato che “le aziende hanno bisogno di piccoli scienziati del quotidiano”.

Infine lo stesso assessore Bonfanti ha elencato i vincitori dell’ultima edizione: Moia Nicola, Liceo Scientifico Ferraris di Varese, Colombo Giulio, Liceo Scientico Tosi di Busto Arsizio, Guglielmina Alessandro, Liceo Sereni di Luino. Per quanto riguarda gli istituti scolastici, il Tosi di Busto, il Pascoli di Gallarate, il Ferraris di Varese.

16 aprile 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi