Boston

Bombe alla maratona di Boston. E’ panico negli Stati Uniti

maratonaE’ terrore negli Stati Uniti. Bombe sono esplose alla maratona di Boston. La prima è deflagrata a poche centinaia di metri dal traguardo, una terribile esplosione subito seguita da un’altra bomba che è esplosa lungo la strada. Poi una terza esplosione si è verificata alla biblioteca John Fitzgerald Kennedy, a poche centinaia di metri. Quest’ultima non pare collegata alle precedenti, ma sembra legata ad un cortocircuito.

I morti sarebbero tre secondo la Fox News, mentre pare che ci siano stati oltre 100 feriti. La gara podistica è così precipitata nel panico generale, mentre arrivavano i primi soccorsi. 

L’allarme è stato subito esteso a New York e a Washington, mentre su Boston è stato chiuso lo spazio aereo. Il presidente Obama, subito informato dell’accaduto, ha chiamato sindaco e governatore e ha ordinato all’amministrazione di fare il necessario per assistere le autorità del Massachusetts.

 

15 aprile 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Bombe alla maratona di Boston. E’ panico negli Stati Uniti

  1. Leonia Talamona il 16 aprile 2013, ore 11:48

    Sicuramente diranno che è’ colpa dei seguaci di Bin Laden…anzi dicono di aver già’ trovato un saudita…invece dato che Obama ha dichiarato guerra alle lobbies delle armi, penso che l’attacco arrivi da loro… Ma nessuno lo dice x motivi di interesse….

  2. a.g. il 16 aprile 2013, ore 14:20

    Cara Leonia ti sbagli, ieri sera l’ipotesi a cui ti riferisci è stata ampiamente citata..

Rispondi