Varese

“Lo yatagan”, una spada racconta l’avventura di una famiglia

La copertina del volume

La copertina del volume

Un libro che racconta l’avventuroso viaggio di una famiglia e che giovedì 11 aprile, alle ore 18, sarà presentato presso la Biblioteca Civica di Varese. Si tratta del romanzo “Lo yatagan” di Nada Vujadinović, pubblicato da Zandonai.

Alla presentazione presso la Biblioteca di via Sacco parteciperanno, con l’autrice, anche Laura Novati, saggista e consulente editoriale, e il poeta ed editore varesino Dino Azzalin.

«Non cercherò di riassumere le vicende narrate nel libro» scrive Sergio Romano nella Prefazione «perché ogni sintesi priverebbe queste pagine della loro naturalezza, della loro vivacità e di un certo fascino fiabesco. Lo storico deve farsi da parte e lasciare il posto a una donna che racconta con occhi italiani una favola montenegrina e scopre, raccontandola, di avere due patrie.»

E davvero il libro unisce un seguito di avventure che da una parte all’altra dell’Adriatico intrecciano le sorti della famiglia materna, italiana, dell’autrice, con quella paterna, montenegrina. Partendo dal bisogno di raccontare la storia di una famosa spada, uno yatagan decorato nel fodero da cinquantotto diamanti, dono sfarzoso di nobili russi al valoroso Novak, avo di Nada Vujadinović, si narra soprattutto la storia di una famiglia operosa, al cui centro sta la figura geniale e serena del nonno materno, Enrico Vasconi, cresciuto nella Milano del primo Novecento e partito per il Montenegro per lavorare per la famosa Compagnia di Antivari.

Poi la guerra, le fughe, la perdita dei beni, la speranza del Dopoguerra vissute da una ragazza che non rinuncia mai né ai suoi sogni né alla sua fierezza, diventa una donna e in una vita fortunata conserva però, ben nascosta, una ferita: la perdita di un padre, una bellezza orgogliosa e cavalleresca smarrita in una lontana solitudine.

Nada Vujadinović è nata a Var (Antivari) in Montenegro nel 1933 e dal 1938 risiede in Italia. Si è laureata in Lettere all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano e ha insegnato per trentacinque anni nelle scuole superiori. Dagli anni settanta vive a Varese

 

10 aprile 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi