Varese

Comune di Varese, l’assemblea dei dipendenti chiude la porta all’accordo

comune vareseMolto partecipata l’assemblea dei dipendenti comunali che si è tenuta presso il Salone Estense. Una lunga discussione, dove non sono mancati momenti di polemica e di contrasto tra le varie sigle sindacali.

Al termine dell’assemblea, si è votato ed è passato il no all’accordo decentrato relativo al 2012. Una scelta non facile, in questo momento di crisi e difficoltà per i lavoratori, dato che la decisione di non sottoscrivere l’accordo da parte della maggioranza dei presenti (160 favorevoli, 30 contrari, 10 astenuti) comporta lo slittamento del pagamento delle indennità di responsabilità e della produttività 2012.

Una scelta legata al fatto che l’Amministrazione Comunale non ha accolto una parte rilevante delle richieste presentate dalla Rsu, e in particolare la revisione area Posizioni Organizzative e storicizzazione del risparmio di 30.000 Euro sul relativo fondo, a favore della produttività di tutti i dipendenti; la verifica utilizzo monte ore straordinari e riduzione del relativo fondo almeno nella misura di 35.000 Euro da destinare al fondo produttività collettiva; l’utilizzo di tutto il margine di spesa per assunzioni 2013; l’assunzione di personale nel settore parascolastico, al fine di evitare l’appalto di servizi, che comporterebbe un maggior costo per la collettività; l’assunzione urgente a tempo indeterminato di almeno 4 agenti di polizia locale, a fronte del mancato rinnovo di 8 unità a tempo determinato.

La Rsu, su mandato dei lavoratori, intraprenderà ulteriori azioni di lotta, nell’ambito dello stato di agitazione già proclamato nei mesi scorsi.

10 aprile 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi