Regione

Sì del Pirellone al Master Plan Malpensa. Pd: “scelta contro il territorio”

malpensa-i3Dura presa di posizione del Partito Democratico provinciale di Varese sulla delibera di giunta  che ha approvato al Pirellone il Master Plan di Malpensa e questo, dice il Pd provinciale “senza alcun confronto coi Comuni e alcun rispetto per la discussione di questi anni”.

Continua il Pd: “Finisce nel cestino anche la richiesta di VAS che pure era contenuta nel parere espresso, oltre che da molti Comuni, anche del Parco Ticino e dalla Provincia di Varese. Imbarazzante la giustificazione del consigliere leghista Rizzi che, consapevole del tradimento delle attese di tutela ambientale del territorio, si nasconde dietro un ipocrita “ l’ultima parola spetta al ministero””.

Ricordiamo la posizione del Partito Democratico Varesino su Master Plan e Terza Pista, una posizione definita coi comitati locali in un ampio confronto:

- niente terza pista, niente parco logistico, niente opere fuori del sedime poiché al momento non ne sussistono le condizioni;

- no al Masper plan proposto, legato solo a esigenze di speculazione sul territorio, proiettate su scenari improbabili;

- si alla valutazione ambientale strategica (VAS) sull’intero complesso aeroportuale e su ogni ipotesi di ampliamento.

Conclude il Pd provinciale di Varese: “La Regione chiami piuttosto SEA e Ministero a discutere di proposte concrete per l’emergenza di oggi: per SEA garantire la qualità dell’occupazione, che appare compromessa da forme di precarietà divenute ormai strutturali;  per il Governo delineare un quadro razionale dell’offerta di traffico, che dia un ruolo stabile e una prospettiva certa allo scalo varesino. Ricordiamo che il PD è l’unico partito ad aver discusso e definito in modo partecipato una posizione su Malpensa. Nulla di analogo a casa della Lega e del Pdl che si sono permesse di dire una cosa in campagna elettorale e farne un’altra subito dopo”.

7 aprile 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi