Venegono Superiore

Fiamme Gialle e Provincia alleati a salvaguardia dell’ambiente

I vertici di Fiamme Gialle e Provincia di Varese

I vertici di Fiamme Gialle e Provincia di Varese

Sorvolano il teritorio, gli elicotteri della Sezione Aerea della Guardia di Finanza di Varese, un Comando importante, che tiene sotto controllo oltre 52 mila chilometri quadrati. Uomini ad alta professionalità, una quarantina, che hanno messo a segno, per il 2012, quasi 500 missioni di volo. Come spiega il dinamico Antonio Maggio, Comandante Sezione aerea di Venegono, gli uomini della Gdf qui lavorano con due modelli di elicottero, l’HH412C, due esemplari, con portelloni scorrevoli, apribili in volo, particolarmente adatto a missioni di ricerca, soccorso, trasporto sanitario, e poi il leggero OH500, forma a uovo, che può osservare laddove apparecchi più grandi ed ingombranti non possono arrivare.

Uomini e mezzi delle Fiamme gialle che hanno dato prova, anche questa mattina, coinvolgendo una decina di giornalisti locali, in alcuni voli dimostrativi, di un’indubbia capacità di monitorare il territorio. Sì, perchè oltre alle indagini e alla repressioni di reati di carattere finanziario, la Guardia di Finanza opera anche sul fronte dell’ambiente, per colpire abusi e illeciti, per controllare corsi d’acqua a rischio, territori boschivi, ambienti montani.  E poi, in quanto inserita nel sistema della Protezione civile, i finanzieri intervengono prontamente in caso di emergenze. Una capacità di intervento ampia e compentente, che ha trovato – come ha sottolineato questa mattina, al Comando di Venegono Superiore, il colonnello Sergio De Santis, comandante del Roan di Como - nella Provincia di Varese, e nel suo vicepresidente e assessore alla Protezione Civile, Massimilano Carioni,  interlocutori interessati e attenti, con i quali è stato possibile avviare, lo scorso anno, una collaborazione operativa per il monitoraggio del rischio idrogeologico, che oggi è stata confermata e rilanciata per tutto il 2013.

Una collaborazione importante, che porta ad un rafforzamento dell’azione di controllo e prevenzione, ma anche ad un significativo risparmio, un fatto che in un momento di spendin review appare un dato non irrilevante. Chiaro il pensiero del colonnello Antonio Morelli, comandante provinciale della Guardia di Finanza di Varese. “Questa intesa non solo consente di sviluppare un adeguato monitoraggio del territorio, fatto da noi e dai rappresentanti della Provincia, ma anche di effettuare un risparmio di risorse, causato da sinergie tra le forze in campo”. Gli fa eco il vicepresidente e assessore Carioni. “Una collaborazione preziosa, portata avanti con professionalità e abnegazione da parte degli uomini della Gdf e dai funzionari di Villa Recalcati. E che consente qualche volta di superare insieme intoppi burocratici e rallentamenti”. Ad Angelo Gorla, comandante della Polizia provinciale, infine, il compito di rimarcare le nove aree a rischio, tra cui il Torrente Bozzente e l’Olona.

FOTO

6 aprile 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi