Varese

Sui pass-privilegio il Pd Mirabelli alza il tiro in Consiglio comunale

comuneNo, proprio non va giù al Pd in Comune la proposta di regolamento dei pass di libera circolazione e sosta licenziata dalla giunta Fontana. E per questo il capogruppo Pd in Consiglio comunale, Fabrizio Mirabelli, ha presentato un’interrogazione che cerca di fare luce su una vicenda davvero intricata.

Il Comune nella primavera 2012 ha deciso di aumentare il costo della sosta oraria nelle strisce blu, eliminando la gratuità delle due ore di pausa pranzo e introducendo perfino il pagamento della fascia serale. Nei mesi successivi, da più parti, non solo dai gruppi consiliari di opposizione ma anche dalle associazioni di categoria, è stata segnalata all’Amministrazione la contrarietà a tale decisione. Non solo: era partito un duro e giustificato attacco ai tanti pass di libera circolazione e sosta concessi ogni anno. A finire nel mirino soprattutto i pass assegnati ai politici, spesso considerati come un privilegio ingiustificato.

A questo punto, il 24 ottobre 2012, il Consiglio comunale, in seguito anche al fatto che la stampa locale ha dato ampio risalto a tale imbarazzante situazione, ha approvato, quasi all’unanimità, una mozione che andava in tale direzione. Ma il 21 gennaio 2013, la Giunta comunale ha, finalmente, licenziato una proposta di regolamento per fissare, in maniera inequivocabile, i criteri oggettivi di rilascio dei pass summenzionati. 

Una decisione che il 10 marzo 2013, nella Commissione competente, appositamente convocata, l’argomento non è stato trattato a causa del rinvio voluto dalla maggioranza PDL-Lega Nord, su richiesta del capogruppo del PDL Ciro Grassia.

Mirabelli, nella sua interrogazione, chiede al Sindaco e alla Giunta “come è possibile che la Giunta comunale non abbia esitato a licenziare una proposta di regolamento se è vero quanto dichiarato in Commissione dal capogruppo del PDL, cioè che il suo gruppo consiliare non aveva ancora avuto il tempo di esaminarla; se il vero problema non sia, per caso, che la proposta di regolamento, così come annunciata sulla stampa locale dall’Assessore Piatti e licenziata dalla Giunta, in realtà, non sia condivisa da una parte rilevante della maggioranza di centrodestra; se ed, eventualmente, quando abbiano intenzione di riportare all’attenzione della Commissione competente la stessa proposta di regolamento licenziata dalla Giunta il 21 gennaio scorso; se, in tale caso, non ritengano opportuno ridurre il numero dei 448 pass di libera circolazione concessi a qualsiasi titolo nella nostra città, azzerando, in particolare, quelli concessi ai consiglieri comunali”.

4 aprile 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi