Gallarate

Asta di opere d’arte on line per salvare il Maga di Gallarate

Il Maga di Gallarate

Il Maga di Gallarate

Nello scorso febbraio un rogo è avvampato al Maga di Gallarate, la struttura museale più avanzata in provincia di Varese. Ora, per raccogliere le risorse necessarie ai lavori di ristrutturazione, Comune e Maga lanciano due iniziative per raccogliere fondi.

La prima proposta è quella di un’asta on line, che nasce dalla donazione di opere da parte di artisti italiani che saranno offerte per essere acquistate e così contribuire alla ricostruzione del museo.  Tre i punti di raccolta delle opere, a Milano, Firenze, Brescia, poi un catalogo diffuso via web, poi la mostra delle opere a Gallarate. Non solo: il Comune vuole esporre le proprie opere, che fanno parte della Collezione permanente,  in diverse città italiane.

Resta il grave danno che ha subìto il Maga. Danni tra 1 e 3 milioni, sequestro della struttura per due mesi da parte della procura, 5 periti in campo, 2 indagati nell’impresa che stava lavorando alla copertura del tetto, il punto da cui è partito l’incendio. Resta il fatto che si attende, per ristrutturare, il dissequestro e che occorrono parecchie risorse, che potrebbero arrivare anche da Pirellone e Ministero. Un anno per riportare il museo al suo stato precedente il rogo.

29 marzo 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi