Varese

Lotta alla processionaria, il Comune sanzionerà i privati inadempienti

 

La presentazione della campagna contro la processionaria

La presentazione della campagna contro la processionaria

Una vera e propria campagna contro i lepidotteri è stata lanciata da Asl e Comune di Varese. Una campagna che vede attori pubblici (i due enti) e privati (i proprietari dei terreni sui quali sorgono le piante infestate dai nidi) dare il loro contributo per eliminare o, comunque, diminuire gli effetti negativi per la salute. Una lotta obbligatoria, imposta da un decreto legge del 2007. Ma che comporta la necessità di mettere in atto alcune contromisure.

Come dice l’assessore alla Tutela ambientale, Clerici, “si tratta di larve che colpiscono soprattutto le varie specie di pini, e dopo avere provocato la defoliazione delle piante sulle quali nidificano, poi scendono verso terra e possono venire a contatto con le persone, provovcando difficoltà respiratorie o reazioni cutanee”. A creare problemi – come spiega con dovizia di particolari l’agronomo del Comune di Varese Ilaria Merico – “a creare problemi sono urticanti i peli della larva, e questi, se le larve non vengono colpite, possono poi disperdersi nell’aria. Dunque le larve vanno colpite in periodo inverno e primavera (staccando i rami infestati dai nidi), prima che le larve escano dai loro nidi. Successivamente è più difficili e si deve intervenire con gli insetticidi”.

L’intervento deve essere tempestivo ed efficace, come sottolinea Elena Tettamanzi, biologa dell’Asl di Varese, ente che ha pubblicato una brochure sull’argomento: “il Comune deve fare un’ordinanza e farla rispettare ai privati laddove questi nidi si trovino in spazi privati, mentre deve procedere direttamente negli spazi pubblici come i parchi”. L’assessore Clerici ha ribadito che Polizia Locale e Guardie ecologiche volontarie effettueranno controlli ed eleveranno sanzioni salate (da 500 a 3000 euro) nel caso non si intervenga.

28 marzo 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Lotta alla processionaria, il Comune sanzionerà i privati inadempienti

  1. ombretta diaferia il 10 aprile 2013, ore 23:35

    Gentile Assessore,

    in questo bizzarro paese le leggi valgono per i cittadini ma non per chi le promulga.
    Infatti, i pini comunali che circondano il cimitero (lato antenna e posteggio) fanno sfoggio di bellissimi e rigonfi nidi di processionaria.

    Attendiamo comunicazione della multa con cui il comune si autosanziona per inadempienza?

Rispondi