Varese

La CdO lancia “Expandere” a Malpensa: “in rete si può ripartire”

La presentazione di "Expandere" presso la sede della Pallacanestro Varese

La presentazione di “Expandere” presso la sede della Pallacanestro Varese

Contro la crisi che colpisce duro, l’unica strada è ripartire dall’impresa, anzi dal singolo imprenditore, spesso piccolo o piccolissimo, per rafforzarne le motivazioni e rilanciare, insieme ad altri, la voglia di intraprendere. E’ questa, in poche parole, la “filosofia” che sta dietro un appuntamento organizzato dalla Compagnia delle Opere di Varese, Altomilanese e Saronno: “Expandere”, che si terrà il 7 maggio presso lo Sheraton Milan Malpensa Hotel.

A testimoniare che per la CdO l’uscita dalla crisi va affrontata facendo rete, il lancio dell’iniziativa è avvenuto insieme al consorzio di imprese Varese nel cuore, che sostiene la Pallacanestro Varese (che con i suoi giocatori interverrà alla kermesse), e la Confartigianato Varese e Altomilanese. Dunque, un mix di realtà importanti, che si sono riunite per dare forza all’iniaiztiva.

“chi fa da sè non fa neppure per sè”, ha esordito Juri Franzosi, direttore della CdO di Varese. Sostiene che è necessario che l’imprenditore singolo non si chiuda in se stesso, guardi fuori dalla sua impresa, dialoghi e si confronti con altri imprenditori. “Abbiamo creato un luogo dove le imprese possano incontrarsi, e possano emergere quegli elementi di positività e di fiducia che esistono nonostante la crisi”, ribadisce Franzosi. Un’opportunità, insomma, che vedrà convergere a Malpensa, una porta sull’Europa, tante realtà imprenditoriali diverse. “Sì, partiamo da ciò che di positivo c’è sul territorio – interviene Michele Lo Nero, presidente di Varese nel cuore -, e partiamo dalla capacità di fare rete: Varese nel cuore ne è un esempio (70 le aziende consorziate)”.

Per Giulio Di Martino, responsabile relazioni industriali Confartigianato Varese, “si tratta di un’opportunità per creare nuovio mercati e per fare business”. Per l’impremditore Franco Cordano, amministratore della legnanese DSC, “in iniziative come Expandere ritorna la necessità di guardare agli aspetti educativi e al valore della responsabilità, verso i propri dipendenti e verso il territorio”. Maurizio Cometti, ad di Mc3 di Germignaga, punta il suo sguardo sull’edilizia (ha ideato “Costruendo”, un momento dedicato all’edilizia che si svolgerà nel corso dell’iniziativa di Malpensa), e dichiara che non si deve perdere di vista “l’utente finale”, offrendogli prodotti di qualità e ad alto valore aggiunto. Per Franco Macchi, direttore della CdO Altomilanese, “Expandere parte dalla persona e sarà replicata in 15 punti in tutta Italia, in un percorso di avvicinamento a Matching, l’altra grande iniziativa CdO”. Iniziative delle quali ribadisce l’importanza anche Armando Giudici, direttore della CdO di Saronno.

Una grande rete di piccole e medie imprese si incontra e progetta il proprio futuro. Un futuro che certamente mette in primo piano il sistema bancario, spesso sotto accusa per lo stop all’accesso al credito. A tale proposito interviene ancora Franzosi: “Quando abbiamo contatti con le realtà imprenditoriali, non c’è un problema di risorse, ma di crisi di motivazione”. Gli fa eco Emanuele Zerega, responsabile per la Lombardia Ovest di Intesa Sanpaolo. “E’ importante cercare soluzioni insieme, e questo a livello di imprese tra loro, ma anche di rapporto tra imprese e trealtà del credito. Noi siamo disponibili a modellare sulle singole esigenze la nostra offerta, in particolare per tutte quelle aziende varesine che vogliano affrontare l’esperienza dell’internazionalizzazione”.

28 marzo 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi