Varese

Amici dei Musei, in viaggio verso le mostre di Forlì e Padova

La mostra Novecento a Forlì

La mostra Novecento a Forlì

Dopo una pausa, l’associazione Amici dei Musei di Varese riprende la sua attività di gite culturali, con proposte che riguardano due mostre prestigiose. 

Venerdì 17 maggio, a Forlì, presso i Musei San Domenico, la mostra Novecento. Arte e vita in Italia tra le due guerre.

“La mostra presenta i grandi temi affrontati nel Ventennio dagli artisti che hanno aderito alle direttive del regime, partecipando ai concorsi e aggiudicandosi le commissioni pubbliche, e da coloro che hanno attraversato quel clima alla ricerca di un nuovo rapporto tra le esigenze della contemporaneità e la tradizione, tra l’arte e il pubblico. La presenza di dipinti, sculture, cartoni per affreschi, opere di grafica, cartelloni murali, mobili, oggetti d’arredo, gioielli, abiti, intende offrire una visione a tutto tondo del rapporto tra le arti e le espressioni del costume e della vita, confrontando artisti e materiali diversi. Attraverso i maggiori protagonisti (pittori come Severini, Casorati, Carrà, De Chirico, Balla, Depero, Oppi, Cagnaccio di San Pietro, Donghi, Dudreville, Dottori, Funi, Sironi, Campigli, Guidi, Ferrazzi, Prampolini, Sbisà, Soffici, Maccari, Rosai, Guttuso, e scultori come Martini, Andreotti, Biancini, Baroni, Thayaht, Messina, Manzù, Rambelli) risalterà la varietà delle sperienze tra Metafisica, Realismo Magico e le grandi mitologie del Novecento”.

Ritrovo ore 7.05, partenza ore 7.15 da P.zza Ippodromo, partenza ore 7.30 da P.zza Monte Grappa. Arrivo previsto a Forlì alle ore 12.00 circa. Pranzo libero. Ore 15.00 ingresso primo gruppo mostra, ore 15.20 secondo gruppo. Il tutto con guide. Ore 17.00 circa partenza per Padova. Ore 19.40 arrivo a Padova, sistemazione in Hotel *** Casa del Pellegrino, dove poi si cenerà.

Sabato 18 maggio, a Padova, presso Palazzo Zabarella, la mostra De Nittis

“Con la sua arte e il suo fascino tutto italiano Giuseppe De Nittis riuscì a sedurre la Parigi delle Esposizioni Universali. A quella del 1878, l’ultima prima della sua prematura scomparsa, era presente con ben 11 opere, segno dell’enorme considerazione di cui godeva. Si confrontava, alla pari, con Degas e Monet e gli altri Impressionisti sapendo cogliere il meglio delle loro novità, ma interpretandole con gusto e sensibilità del tutto originali. L’italien era amato dalla critica e le sue tele ambite dal grande collezionismo internazionale. Per questa mostra sono state selezionate e ottenute le opere veramente fondamentali dell’artista, provenienti dalla Pinacoteca “Giuseppe De Nittis” di Barletta, come dai grandi musei francesi o da esclusive collezioni private. Di questi dipinti, molti di grande formato e rari, alcuni vengono esposti adesso per la prima volta. Raccontano un mondo e una società in veloce cambiamento, interpretati con tecnica raffinata e profondità psicologica.”

Ore 8.30 prima colazione. Mattinata libera in giro per Padova, il Santo, altro ecc…pranzo libero. Ore 14.30 ingresso mostra primo gruppo, ore 14.45 secondo gruppo. Il tutto con guide. Ore 18.00 circa partenza per Varese.

La prenotazione al più presto e solo allo 0332/335525 o 3356352079, la quota di partecipazione è di euro 155, comprende viaggio bus Castano, pernottamento hotel ***, cena, ingressi alle mostre con guida, spese autista, parcheggio, incontro conferenza, tassa di soggiorno. Per camera singola supplemento di 17 euro. La prenotazione deve essere consegnata in busta chiusa per Ass. Amici dei Musei Varese, indicando tutti i vostri dati: nome, cognome, indirizzo, telefono, consegnandola alla Galleria Ghiggini, Via Albuzzi 17, Varese (orari 10/12 e 16/19, lunedì chiuso).

28 marzo 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi