Varese

Giornata della poesia a Varese, una guida. Dai carovanieri alla Pozzi

 

concorso-letterarioOggi 21 marzo, primo giorno di Primavera, la poesia fa festa a Varese. Iniziative e proposte che confermano l’attenzione e l’interesse per la poesia nella città giardino.

Innanzitutto c’è la celebrazione della Giornata mondiale della poesia promossa dall’Unesco il 21 marzo in tutto il mondo. A Varese si ripete il viaggio attraverso la città della Carovana dei versi, organizzata da abrigliasciolta, una realtà piccola e coraggiosa diretta da Ombretta Diaferia e Alessandro Gianni. Poeti che, con i loro testi, “irrompono” negli spazi della quotidianità cittadina.

Due le librerie coinvolte, la Feltrinelli e il Libraccio. E poi le quattro tappe varesine: alle ore 10 il Liceo linguistico Manzoni (dove le poesie degli studenti saranno visibili sui muri dei corridoi), alle 12.30 la stazione delle Ferrovie dello Stato, alle 14 la Casa circondariale di Varese e reading di chiusura alle 19, in una avvincente  jam session con il festival Cortisonici, il tutto presso il locale di Biumo Twiggy. Sulla saracinesca di quest’ultimo i poeti lasceranno alcuni versi intensi e precari come la vita.

La perfomance itinerante e corale della carovana dei versi per il nono anno mobiliterà tredici autori a Varese: Ada Crippa, Alejandro Lòpez-Luna Delgado, Alessio Magnani, Anna Mosca, Antonella Visconti, Chiara Daino, Gerardo De Stefano, Giulio Viano, Heiko H. Caimi, Marco Tavazzi, Massimo Barbaro, Michele Forzinetti e Sandro Sardella, accompagnati dalla stessa Diaferia, direttore artistico ed editoriale del progetto.

Altra iniziativa in programma giovedì 21 marzo, e dedicata alla poesia, nell’ambito del cartellone “ColorArti” proposto dall’associazione Estro-Versi presieduta dalla poetessa Sara Pennaccho, l’evento “La delicata lama. Acume e fragilità in Antonia Pozzi“, in programma giovedì 21 marzo alle ore 21 presso il Centro Gulliver – “Sala delle Carrozze” -Via Albani, 91.

Sarà presente il fotografo Carlo Meazza autore del libro “Luoghi di un’amicizia – Antonia Pozzi, Vittorio Sereni 1933-1938″. Sarà poi proposto il suggestivo cortometraggio poetico “La delicata lama” di Renzo Carnio con interventi di videopoesia realizzati da Valentina Vannetti, Sara Malpetti, Claudia Donadoni, Graziella Bernabò. Intervento musicale del Trio Erato, con Paolo Provasi, Silvio Pezza e Roberta Turconi. Letture tratte dall’opera di Antonia Pozzi a cura di Marita Viola. Con il gentile intervento di Silvio Raffo autore del libro “Lieve offerta” (edizioni Bietti), un volume che pubblica poesia, prosa e l’epistolario della Pozzi, a cura di Alessandra Cenni e Silvio Raffo.

In Sala Carrozze sarà inoltre allestita la mostra di scultura “La poetica del corpo”, a cura della brava pittrice e scultrice Veronica Mazzucchi.

 

21 marzo 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Giornata della poesia a Varese, una guida. Dai carovanieri alla Pozzi

  1. ombretta diaferia il 22 marzo 2013, ore 20:11

    Ringrazio personalmente e di cuore per lo spazio dedicato alla poesia nella giornata che UNESCO gli ha istituito nel 1999 a Parigi.

    per dovere nei confronti di chi lavora tutto l’anno per questa manifestazione che coinvolge tutto il mondo, ma anche lieta di aver regalato a Varese negli ultimi nove anni la diffusione in versi della nostra “azione corale ed itinerante”, in forma di performAzione e di pubblicAzione, preciso che la Giornata Mondiale della Poesia è promossa dall’UNESCO ufficialmente sul sito http://www.unesco.it/cni/index.php/news/260-giornata-mondiale-della-poesia-2013

    Gli autori dei versi che il 21 marzo hanno “invaso”, dalle 2 di notte sino alle 9 di sera, la città prealpina sono Ada Crippa (MB), Alejandro Lòpez-Luna Delgado (MADRID), Alessio Magnani (VA), Chiara Daino (GE), Domenico Di Mento (VA), Gerardo De Stefano (TV), Giuseppe Rispoli (VA), Heiko H. Caimi (BS), Luca Molinari (VA), Marco Tavazzi (VA), Michele Forzinetti (VA), Oreste Omodei (VA), Salaheddine Louiragui e Yassine El Rahkilli (MC), Sergio Claudio Cardoso Aires (BR), Riccardo Scolari (VA), Richard Betances Genao (DOM), Thomas Maria Croce e Sandro Sardella (VA).

    Piccoli passi di cultura poetica in performAzione o in pubblicAzione, che varesereport pratica quotidianamente con l’informAzione, auspicata dall’UNESCO.

    Perché l’azione passa, ma la poesia resta sempre a ricordarci che lo scambio è la prima vera ricchezza delle differenze. Da valorizzare e non reprimere. Non solo il 21 marzo, Giornata Mondiale della Poesia UNESCO.

Rispondi