Varese

L’Arma sgomina la banda rumena dei videopoker

arresti-mafia-PalermoHanno commesso 56 furti nel periodo luglio – settembre 2012 i cittadini rumeni componenti della banda che i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Varese ha sgominato dopo una lunga ed articolata attività investigativa, che ha permesso di assicurare alla giustizia 7 appartenenti ad un sodalizio criminale dedito a furti presso esercizi pubblici, dove ad essere preso di mira era prevalentemente il denaro contenuto negli apparecchi da intrattenimento new slot e nei cambia monete, e di autoveicoli asportati presso abitazioni o dalle loro adiacenze.

Un sodalizio criminale composto da 15 cittadini di nazionalità rumena di età compresa tra i 20 ed i 32 anni, come è emerso nel corso dell’attività. Un sodalizio collegato all’elevatissimo numero di furti seriali commessi nelle province di Varese, Milano, Como, Monza e Brianza, Lecco, Pavia e Novara. La banda agiva sempre nella fascia oraria notturna, introducendosi all’interno degli esercizi commerciali mediante violente effrazioni, scassando con oggetti tra cui anche tombini in ghisa recuperati dalla strada nelle adiacenze dell’obiettivo da colpire.

Nella provincia di Varese il sodalizio criminale aveva seminato il panico mettendo a segno numerosi furti soprattutto nel mese di luglio 2012 nei comuni di Malnate, Vedano Olona, Gallarate, Vergiate, Arsago Seprio, Sesto Calende, Gerenzano, Besnate, Venegono Inferiore, Venegono Superiore e Busto Arsizio.

L’attività d’indagine ha consentito di individuare altresì la base logistica della banda, ovvero un appartamento di Milano – zona Bisceglie -, ove i componenti della banda trovavano ospitalità presso un connazionale 48enne, tuttora ricercato poiché colpito da un’ordinanza di custodia cautelare per “favoreggiamento personale e reale”. L’uomo, infatti, oltre a fornire un alloggio alla banda, metteva loro a disposizione anche alcuni locali per occultare parte della refurtiva.

La Procura della Repubblica di Busto Arsizio, che ha coordinato le indagini dei Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Varese, concordando con le risultanze investigative dei militari, ha emesso a carico di tutti i componenti del sodalizio criminale 15 ordinanze di custodia cautelare. Alla banda sono stati attribuiti 45 furti presso esercizi pubblici, di cui 12 tentati furti, e 11 furti di automezzi in abitazione, di cui uno tentato.

Sette dei 15 cittadini rumeni colpiti dal provvedimento cautelare sono finiti in carcere, mentre sono tuttora in corso le ricerche degli altri 8 appartenenti al sodalizio i quali, essendo in Italia senza fissa dimora, hanno fatto perdere le loro tracce. Non è escluso che alcuni di loro siano rientrati nel paese d’origine.

 

15 marzo 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi