Lettere

Ermolli: congressi Pdl, nuova linfa

Gentile Direttore, nel ringraziarLa per l’attenzione che sempre riserva alle nostre iniziative politiche, nell’ambito di un purtroppo datato rapporto di correttezza e stima, mi permetto una semplice notazione: non ho citato il Congresso di Varese del PDL, ho citato i Congressi di tutti i Comuni e perché no quello regionale.

Si celebrò il Congresso provinciale che vide l’elezione di Lara Comi e fu una festa di popolo, anzi di Popolo, di quel Popolo, con la P maiuscola che vuole cimentarsi nella costruzione della vita politica, quindi del futuro e della speranza, con impegno e sacrificio proprio. Esempio di partecipazione grande: una stagione congressuale di tutti i nostri Comuni darebbe in tal senso nuova linfa.

Ecco dove Agorà vuole con la necessaria, a volte, presunzione andare oltre: là dove la forma Partito dovesse non rappresentare compiutamente la richiesta di partecipazione noi opereremo iniziativa diretta, anche se sempre nell’ambito del Partito stesso. Andare oltre può essere slogan scontato, applicare, nei fatti, partecipazione e merito un impegno importante.

Congresso di Varese: onestamente poco mi importa se non nel disegno generale come sopra. Attualmente mi occupo di altro. La situazione locale del Partito è di pubblico dominio. Contenti loro.

Gianpaolo Ermolli

Agorà

13 marzo 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi