Varese

Emergenza-Pgt, Mirabelli (Pd): basta puntare su proroghe del Pirellone

Incidente-sul-lavoroFinite le elezioni, torna al centro dell’attenzione e delle polemiche il Pgt che non c’è. Anzi, ritorna l’”emergenza Pgt” come, in un’interrogazione urgente, la chiama il capogruppo del Pd in Comune, Fabrizio Mirabelli.

Un documento, il Pgt, rimarca Mirabelli, che a otto anni di distanza dalla scelta regionale di sostituire i vecchi Prg “continua a rimanere un vero e proprio miraggio”. Continua nella sua interrogazione: “il perdurante ‘letargo’ dell’Assessore Binelli desta, ormai, grande preoccupazione non solo tra le famiglie, ma anche tra le imprese che, nei prossimi mesi, con l’esaurirsi dei vecchi lavori, non potranno avviarne dei nuovi, com sottolineato sia dall’Ordine degli ingegneri sia da quello degli architetti che da quello dei geometri”. Tanto più che, continua il capogruppo Pd, “Varese ha giò pagato e sta pagando un prezzo troppo grande a causa della mancanza di un’idea condivisa di città da parte della maggioranza di centrodestra”.

Puntigliosa lista di domande poste da Mirabelli, che chiede a sindaco e giunta “se è vero che la stesura del documento di piano non è ancora stata chiusa; se risulta che il piano delle regole e quello dei servizi hanno accumulato ulteriori ritardi rispetto a quanto previsto nel cronoprogramma; che garanzie possano dare circa il rispetto del termine previsto per l’adozione del Pgt prima dell’estate; che garanzie possano dare, analogamente, circa il rispetto del termine previsto per l’approvazione del Pgt in autunno; quando pensano, approssimativamente, che i lavori urbanistici possano riprendere secondo le procedure normali; chi si assumerà la responsabilità di eventuali richieste di risarcimento danni da poarte di imprese che si ritenessero, eventualmente, danneggiate; se sia utiule ridursi a confidare, nuovamente, che la Regione Lombardia, in attesa del Pgt, proroghi il vecchio Prg”.

8 marzo 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi