Teatro

Donne, donne. L’8 marzo a teatro tra Varese, Luino, Saronno

Le quattro protagoniste di "Stasera non escort"

Le quattro protagoniste di “Stasera non escort”

Interessanti proposte, sui palcoscenici della nostra provincia, su donne, otto marzo e dintorni. Momenti di divertimento, ma anche occasione per qualche considerazione agrodolce. Per donne, ma naturalmente anche per uomini.

Partiamo dal capoluogo: venerdì 8 marzo, alle ore 21, a Varese, sul palco del Teatro Apollonio, Terry Chegia e Due Punti presentano il divertente “Stasera non escort“, con Margherita Antonelli, Alessandra Faiella, Rita Pelusio, Claudia Penoni, per la regia di Marco Rampoldi. Un gruppo di attrici comiche “scende in campo” per commentare con una satira dissacrante lo stato delle donne italiane di oggi. Partendo dal presupposto che per una donna contemporanea l’unico lavoro sicuro e ben remunerato sembra essere quello della escort, le attrici posano il loro sguardo impietoso sulle disparità tra i sessi, nella sessualità, nell’immagine offerta dai media, nel mondo del lavoro. Un mondo, quello della società di oggi, talmente assurdo e paradossale da fornire un’infinità di spunti comici, sebbene di fronte alla desolazione di certi scenari il riso si faccia a volte amaro.

Le attrici si alterneranno sulla scena tra monologhi e canzoni, dissertando in modo comico sulla realtà contemporanea, soffermandosi su temi cari al mondo femminile: dall’autostima all’incomunicabilità tra i sessi, dalle fiabe alla pubblicità, presentando al pubblico personaggi esilaranti quali: la signora Varagnolo (la desperate housewife di Pinerolo), l’antropologa esperta in escort, la cantante di liscio Daccela e le velone. Quattro straordinarie attrici disposte a tutto pur di demistificare a colpi di risate i luoghi comuni sul mondo delle donne.

Veniamo a Luino, dove venerdì 8 marzo, sul palco del Teatro Sociale, sempre alle 21, si potrà assistere al bello spettacolo di Lella Costa “Arie“. Anzi, si sta andando verso il tutto esaurito per questo spettacolo in programma a Luino, in una “stagione da incorniciare sotto il profilo della qualità artistica e degli incassi”, come sottolinea il sindaco Andrea Pellicini. Gli ultimi biglietti sono ancora in vendita presso l’Ufficio Relazioni con il Pubblico della Città.

Infine, martedì 12 marzo, alle ore 21, sul palco del Teatro Giuditta Pasta di Saronno, Debora Villa si propone nell’esilarante ”Donne che corrono dietro ai lupi“, testi di Debora Villa, Francesca Micardi, Alessandra Torre con Rafael Didoni. Musiche eseguite dal vivo da Rafael Didoni.

Si tratta di un viaggio, un vagabondare tra storia antica e recente, tra favole e cronache, tra cinema e canzoni per provare a capire qual è la situazione della donna ai giorni nostri, se è davvero cambiata dai tempi delle caverne o ci sono ancora inquietanti analogie con le sue sorelle preistoriche. Per rispondere agli annosi quesiti che girano intorno all’universo femminile e la sua misteriosa evoluzione da Adamo ed Eva a oggi, Debora Villa ci accompagna in un percorso fatto di micro racconti ironici e taglienti, una brillante arringa in difesa dell’affermazione della donna, a dimostrazione del fatto che forse il sesso debole oggi giorno non sia più quello femminile.

Per rispondere a questi annosi quesiti Debora cercherà di capire perché, nonostante tutto questo cianciare di femminismo, diritti delle donne e quote rosa, fa più notizia Patrizia D’Addario (che tutti sappiamo chi è) di Anna La Sorella che ha scoperto il gene contro il tumore al cervello, quest’estate, proprio quando la D’Addario aveva mille copertine.

A fine spettacolo Debora Villa firmerà le copie del suo libro presso il foyer del teatro.

 

 

8 marzo 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi