Gavirate

Con Battaglia il Chiostro di Voltorre continua a volare alto

Da sinistra, Carletti, Brianza e Taverna

Da sinistra, Carletti, Brianza e Taverna

Nonostante i tagli, le incertezze riguardanti il futuro della Provincia, i punti interrogativi sugli sponsor, il Chiostro di Voltorre (Gavirate) continua a proporre iniziative culturali piccole e raffinate. E’ il caso della mostra dedicata ad uno dei più grandi illustratori italiani, Dino Battaglia, dal titolo “Le immagini parlanti”, che sarà inaugurata nell’antico monastero benedettino, di proprietà della Provincia di Varese, venerdì 15 marzo, alle ore 18.30 (la mostra sarà aperta dal 16 marzo al 2 giugno). Una rassegna che è stata illustrata a Villa Recalcati, e che si è già tenuta a Reggio Emilia, curata da Marco Prandi, Paolo Ferrari e Cristina Taverna, che questa mattina si è inoltrata nel mondo di segni e disegni di Battaglia.

Un tratto deciso, dettagli accurati, un’atmosfera magica e misteriosa che corre nelle varie tavole e le collega tra loro. Storie a fumetti con l’ambizione di illustrare scene e personaggi letterari, rievocare mondi e secoli lontani. Grandi capolavori sono stati tradotti da Battaglia in disegni, dal “Cantico di Natale” di Charles Dickens alla “Signorina Fifì” di Guy De Maupassant, da “La Scommessa” di Edgar Allan Poe a “Il Golem”, omaggio al cinema di Paul Wegener. Un mondo di disegni che, come dice Cristina Taverna, “unisce la passione per la letteratura, che nelle pagine di Battaglia diventano racconti, il cinema alla Hitchcock e le pellicole espressioniste, l’arte giapponese”.

Una nuova proposta realizzata dall’associazione Amici del Chiostro, presieduta dal sindaco Paronelli, e sostenuta dalla Provincia di Varese. “Tutto è cominciato dalla mostra dedicata ad un altro veneziano, Hugo Pratt – sottolinea l’assessore alla Cultura della Provincia, Francesca Brianza -. E da allora, nonostante i tagli alla cultura e le incertezze circa il futuro, il Chiostro ha sviluppato un cammino coerente, tenendo fede al programma iniziale”. Una programmazione interessante, che nel corso degli anni ha trovato nel direttore artistico del Chiostro, Caterina Carletti. un saldo punto di riferimento. “Per le incertezze, siamo costretti a fare qualche salto – dichiara la Carletti -, ma siamo orogogliosi di proporre una bella mostra dedicata a Battaglia, che conclude in qualche modo un lungo ciclo dedicato ai principali illustratori-artisti e ospitata al Chiostro”.

A conclusione della presentazione della rassegna, Caterina Carletti ha fatto il punto della situazione.  ”Abbiamo rinnovato una convenzione biennale con la Provincia – ha detto la Carletti -. Con le attività di Modus Riciclandi, la convivenza è tranquilla, e comunque noi continuiamo ostinatamente controvento. Cerchiamo di mantenere una programmazione coerente, misurandoci con i mezzi che abbiamo a disposizione. E continuando sul percorso di iniziative dedicate alla arti applicate, dato che queste sono le più vicine e

28 febbraio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Con Battaglia il Chiostro di Voltorre continua a volare alto

  1. ombretta diaferia il 1 marzo 2013, ore 06:24

    grazie alla coppia Carletti-Taverna che ostinatamente controvento tengono ancora alto il valore di quel luogo del cuore e della cultura, che ancora individuo come “casa delle culture”…

  2. Bruno Belli il 1 marzo 2013, ore 10:34

    Mi auguro che la mostra possa avere successo, perchè Dino Battaglia è stato un grande artista.
    Sono un amico personale della signora Laura De Vescovi Battaglia, ed ho anche l’onore di essere stato il primo in città a dedicare un incontro pubblico all’opera di Dino Battaglia, con un’intervista a tutto tondo alla signora Laura, che, tra l’altro, è un assidua frequentatrice de “I Venerdì di Bruno Belli”.
    Purtroppo, essendo l’inaugurazione di tale msotra il venerdì alle 18,30, avendo già nella stessa data uno degli appuntamenti settimanali, non potrò assistervi personalmente.

Rispondi