Varese

Lo sbarco dei migranti nel film “U stisso sangu”

Il manifesto del film

Il manifesto del film

Il film documentario “U stisso sangu. Storie più a sud di Tunisi”, pellicola di Francesco Di Martino e Sebastiano Adernò viene proposto sabato 23 febbraio alle ore 18, presso la Sala delle Carrozze del “Centro Gulliver” in via Albani a Varese, un appuntamento che fa parte del calendario Color-Arti – L’arte colora la vita.

Il film di Francesco Di Martino e Sebastiano Adernò è stato selezionato a numerosi Festival internazionali, tra cui il Queens Film Festival di New York. Esso affronta la condizione dei migranti che approdano sulle coste siciliane: il viaggio e lo sbarco, la prima accoglienza, il problema dei documenti e l’integrazione. Alla proiezione seguirà un dibattito con l’autore e il poeta Dino Azzalin.

La serata verrà introdotta da una piccola performance artistica. Sulle note della Pianarpa strumento inventato da Alberto Maroni Biroldi percussionista e collaboratore del maestro Pietro Pirelli, verranno lette poesie tratte da “In luogo dei punti” (Thauma Edizioni 2012) raccolta di poesie civili di Sebastiano Adernò. Perchè aprire con la Poesia? Perchè forse rappresenta la speranza e il tentativo di esorcizzare quell’Olocausto di corpi in mare (dice l’autore Sebastiano Adernò). Il tutto sarà commentato da un’ ex tempora visivo realizzato da Chiara Cittadino, giovane neodiplomata del Liceo Artistico Frattini. In sala temporary exibition di Stefania Pennacchio ” Soma Somatos Il corpo del corpo”.

Ingresso libero con contributo volontario

Tutto il calendario artistico su www.estro-versi.org

www.estro-versi.org; associazione.estroversi@gmail.com; cell.3920138667

 

21 febbraio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi