Sanremo

Il comico Maurizio Crozza contestato al Festival di Sanremo

Maurizio Crozza

Maurizio Crozza

Era il momento più atteso della prima puntata del Festival di Sanremo condotto dalla coppia Fazio-Litizzetto: l’intervento del comico Maurizio Crozza. Crozza è salito sul palco imitando Silvio Berlusconi. Ha cantato la canzone “Formidable”. Ma appena terminato il pezzo, e toltosi la parrucca da Cavaliere, Crozza sta per continuare la sua performance, ma dall’Ariston iniziano ad arrivare fischi e urla, “Vai a casa”.

Un momento di incertezza, che ha visto il comico incapace di riprendere la sua esibizione. Al punto che è stato necessario l’intervento del conduttore Fabio Fazio. “Non si deve utilizzare il festival per farsi notare”. Niente da fare, la platea si è divisa. Con un “fuori-fuori” diretto al contestatore del comico da parte del pubblico. Con grande fatica, con Fazio che lo ha affiancato, Crozza è riuscito a riprendere il filo del discorso. Così Crozza ha ripreso e ha imitato Pier Luigi Bersani e poi Antonio Ingroia.

 

12 febbraio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

5 commenti a “Il comico Maurizio Crozza contestato al Festival di Sanremo

  1. ombretta diaferia il 13 febbraio 2013, ore 07:53

    la sceneggiatura, letta così, mi ricorda quella già consolidata in ogni edizione del Festival.
    peraltro uguale alla propaganda vuota basata sulla polemica che sfrutta la legge della comunicazione politica -1 +1 = +2
    Crozza è un gran professionista della satira politica, che rispetta sempre la par condicio… anche se a leggere l’articolo pare che siamo 1 a 2.
    ma per fortuna non esiste più destra e sinistra quindi il match risulta concluso con un bel pareggio per le tre parti.
    o sono una sola…?

  2. nino 39 il 13 febbraio 2013, ore 11:13

    nino 39 il 13 febbraio 2013 alle 08:21 scrive:
    Mi sta bene che i giornali diano notizie e impressioni sullo spettacolo televisivo del “Festival di Sanremo”, però ho notato che nessuno muove una critica allo sperpero di denaro di questo programma, alla vergognosa retribuzione dei due “saltimbanchi”. Così, nonostante il forte incasso dagli sponsor e dalla pubblicità, mamma RAI ci rimette fior di milioni e aumenta il canone. Hanno cambiato il Presidente ed il Consiglio di Amm.ne della RAI ma la solfa è sempre la stessa……..e il popolo bove tace. Tacciono anche i politici, i sindacati e le associazioni dei consumatori. Tutti molto bravi !!

  3. Luigi lomazzi il 13 febbraio 2013, ore 14:14

    I contestatori che lo hanno contestato non capiscono un cazzo di festival e si vergognano e fuori dai coglioni o via a calci nel culo stronzi!!!!!!!!!!!!!!!!

  4. rodrigo il 13 febbraio 2013, ore 18:47

    L’intervento di Crozza, che ammiro come comico, è stato fuori luogo. Che squallore! Il festival della canzone italiana presentato da due squallide figure, con le tante belle che abbiamo. Che squallore !!!!

  5. giovanni dotti il 13 febbraio 2013, ore 20:29

    Tutti possono commentare esprimendo liberamente il loro pensiero, che puo’ non essere gradito ad altri. Questa e’ la democrazia. Gli insulti gratuiti e cattivi di LUIGI IOMAZZI sono da respingere al mittente e indegni di una rubrica civile! Non dovrebbero neppure essere pubblicati. INVITO ALLA MODERAZIONE.

Rispondi