Varese

Gelmini (Pdl): vantaggio minimo della sinistra. Recupero sicuro

 

Mariastella Gelmini a Varese

Mariastella Gelmini a Varese

Ancora a Varese un big del Pdl, Mariastella Gelmini, ex ministro dell’Istruzione e parlamentare, capolista Pdl per la Camera Lombardia 2. Sta seguendo la campagna elettorale, con un occhio di riguardo nei confronti di una provincia importante per l’esito elettorale.

Come vede l’andamento della campagna elettorale?

“Sono già lontane le primarie, quando la sinistra aveva già vinto le elezioni. Dopo le parole di verità su Monti e la discesa in campo di Berlusconi, la situazione si è ribaltata. La sinistra ora non ha più un grande vantaggio: 2-3 punti di distanza possono essere colmati in due settimane di campagna elettorale. La rimonta non è soltanto merito di Berlusconi, ma anche della sinistra, che ha parlato di patrimoniale, di aumento dell’Iva, che propone di affidare la riforma del lavoro alla Cgil. Tutto questo invece che imporre una cura dimagrante allo Stato.

Come giudica la candidatura del leghista Roberto Maroni alla presidenza della Regione Lombardia?

Maroni ha fatto bene il ministro degli Interni, è persona capace, ha competenze amministrative a differenza del candidato del centrosinistra Ambrosoli. Per guidare una macchina difficile come la Regione occorre grande competenza. Poi Maroni ha una visione policentrica, mentre Albertini e Ambrosoli parlano solo di Milano. Occorre avere un progetto di sviluppo per le aree pedemontane. Maroni è sostenuto da un’alleanza stabile e più omogenea di quella concorrente. Tra l’altro l’inciucio della sinistra con Monti crea un’ulteriore contraddizione.

Arriva nel Varesotto il segretario nazionale del Pd, Pier Luigi Bersani. Arriverà anche Silvio Berlusconi?

Berlusconi non ha bisogno di farsi a vedere a pochi giorni dal voto. Non si vince le elezioni andando nella roccaforte di Lega e Pdl come fa Bersani. Bersani, anzi, farebbe meglio a non seguire alla lettera i diktat della Cgil. E sulla patrimoniale dica parole di verità e di chiarezza. Noi siamo chiari: no alla patrimoniale, no all’Imu.

10 febbraio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi