Varese

Varese, Giorno del Ricordo, la prima volta senza Missoni

Un momento del Giorno del ricordo nell'Aula Magna dell'Insubria

Un momento del Giorno del ricordo nell’Aula Magna dell’Insubria

Aula Magna dell’Insubria gremita, questa mattina, per il Giorno del Ricordo, la giornata istituita per legge a ricordo delle foibe e dell’esodo degli Italiani da Istria, Fiume, e Dalmazia.

Un appuntamento che ha visto la presenza di molte autorità civili e militari, ma anche di classi delle scuole superiori varesine. A promuovere la manifestazione, iniziata con l’ingresso delle bandiere, l’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia (ANVGD), testimone e custode di quelle lontane e dolorose esperienze storiche. A rappresentare il Comitato Provinciale di Varese dell’ Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia, sul palco Pier Maria Morresi e Sissy Corsi (rispettivamente vice-presidente e presidente del Comitato), che ha preso la parola nonostante le condizioni di salute non brillanti. Una manifestazione che troverà un suo ideale proseguimento domani pomeriggio, quando sarà inaugurato in via Pista Vecchia il Giardino dedicato a Giuliani, Istriani e Dalmati a Masnago.

Una serie di interventi si sono alternati sul palco dell’Aula Magna, dal sindaco di Varese Attilio Fontana (“una delle rare volte in cui gli sconfitti hanno portato all’attenzione di tutti la loro storia”) all’assessore alla Cultura provinciale Francesca Brianza e al prefetto di Varese Giorgio Zanzi. Dopo gli interventi ufficiali, si è tenuta una ricca relazione da parte dello storico Giuseppe Armocida, seguita da un intervento della stessa Sissy Corsi. In programma anche un momento di parole e di musica a ricordo delle tragedie degli italiani costretti all’esilio.

Quest’anno però era assente Ottavio Missoni, anche lui colpito dalla tragedia, che lo scorso anno fu protagonista di una toccante testimonianza. Ma la dolorosa scomparsa del figlio a Los Roques ha tenuto lontano dalla manifestazione il maestro del made in Italy.

9 febbraio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi