Varese

Varese, ai “Venerdì” gli “scatti” Unesco di Carlo Meazza

Il Sacro Monte di Varese, patrimonio Unesco

Il Sacro Monte di Varese, patrimonio Unesco

Un nuovo appuntamento con la brillante rassegna “I Venerdì di Bruno Belli” che venerdì 8 febbraio, alle ore 17.30, presso la Pasticceria Zamberletti a Varese, propone l’incontro “Carlo Meazza e la ’La Lombardia patrimonio dell’umanità’ (Unesco)”, che vede protagonista l’autore del volume dedicato alle bellezze Unesco del nostro territorio e di quello lombardo, il fotografo Carlo Meazza, con l’intervento “Il Museo Baroffio tra capolavori d’arte ‘autoct0na’ e d inaspettati esempi d’arte europea” di Laura Marazzi, responsabile e conservatore del “Museo Baroffio” del Sacro Monte di Varese.

Un primo piano sulla fotografia d’arte e sull’arte, grazie allo splendido volume di Carlo Meazza, valente fotografo varesino, il quale ha dedicato al patrimonio Unesco riconosciuto nella regione alcuni scatti che valorizzano, per l’appunto, le caratteristiche che hanno permesso a tali opere di entrare di diritto nel “patrimonio dell’umanità”.

A siglare questo prezioso documento, ci sarà l’intervento di Laura Marazzi, responsabile e conservatore del “Museo Baroffio” del Sacro Monte di Varese, per l’appunto uno dei luoghi che l’Unesco ha dichiarato patrimonio dell’umanità. L’approfondimento della Marazzi permetterà di “leggere” dappresso i rapporti che l’arte della provincia di Varese hanno avuto nella storia con l’evoluzione della cultura europea.

 

6 febbraio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi