Varese

Giorno del ricordo, a Varese un giardino per i profughi istriani

L'assessore comunale Stefano Clerici

L’assessore comunale Stefano Clerici

L’area verde di via Pista Vecchia si chiamerà “Giardino degli Istriani, Giuliani e Dalmati”. Domenica 10 febbraio, Giorno del ricordo, alle ore 15, ci sarà l’intitolazione ufficiale. Lo ha deciso questa mattina la giunta Fontana.

Come ha spiegato l’assessore alla Tutela Ambientale, Stefano Clerici, il parchetto di Masnago si amplia con una nuova zona di 6500 mq, a seguito di una cessione al Comune per una lotizzazione di alcuni anni fa: qui troverà spazio il “luogo del ricordo”, un angolo che si sta realizzando in questi giorni con arbusti tipici delle aree istriane e rocce calcaree. Saranno posizionate anche le bandiere di Istria, Dalmazia, Fiume e la bandiera italiana.

“Varese è stata una città che ha ospitato molte famiglie di esuli istriani, giuliani e dalmati cacciati dalla loro terra natia – ha precisato Clerici -. Tanti esuli si trovano nella zona di viale Belforte, dove a suo tempo hanno avuto le case assegnate dal comune, altri a Masnago, vicino allo stadio, dove esiste la “Casa degli Istriani””.

Continua Clerici: “Ad oggi i martiri delle foibe sono ricordati con un piccolo monumento con una targa in via del Lazzaretto che riteniamo non adeguato. Per questo in giunta abbiamo pensato ad una sistemazione più adeguata, ad un “luogo del ricordo”: il giardino di via Pista Vecchia a Masnago ospiterà ogni anno, il 10 febbraio, una cerimonia per ricordare la tragedia delle foibe, come per le altre manifestazioni già organizzate dal Comune. Il nuovo spazio è stato dunque fortemente voluto dall’amministrazione comunale, coinvolgendo l’Associazione nazionale Venezia Giulia e Dalmazia e il Comitato 10 febbraio” .

 

 

 

5 febbraio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi