Varese

Lega Nord di Varese: gli altri partiti? Candidati da “museo delle cere”

Il momento della sforbiciata: da sinistra, Vedani, Pinti, Fontana e Monti (Emanuele)

Il momento della sforbiciata: da sinistra, Vedani, Pinti, Fontana e Monti (Emanuele)

Nella sezione cittadina della Lega Nord a Varese lancio ufficiale del candidato Emanuele Monti per il Consiglio regionale della Lombardia. Il “Monti giusto”, come lui stesso ama definirsi, con un simpatico slogan che lui racconta avergli suggerito Roberto Maroni. Presenti nella sede tutta la delegazione leghista della giunta Fontana,  Binelli, Piatti, Ghiringhelli, Piazza e lo stesso sindaco Attilio Fontana. Poi amici e militanti e giornalisti.

A dare fuoco alle polveri ci pensa subito il segretario cittadino del Carroccio, Marco Pinti. E’ un fiume in piena, accanto ad un Fontana che, al suo fianco, lo guarda con attenzione e, forse, anche con una punta di apprensione. “Gli altri partiti hanno proposto candidature da Museo delle cere”. Se la prende con il deputato Pd alla Camera, Daniele Marantelli che, dice Pinti, “ha votato contro la provincia di Varese, ha votato a favore dell’Imu, è federalista solo quando sta all’opposizione”. Se la prende anche con Alessandro Alfieri, capolista Pd alle elezioni regionali lombarde. “Anche noi, mi hanno detto i Giovani Democratici, abbiamo un candidato giovane: Alfieri, che ha 40 anni”. Ma Pinti è coraggioso e se la prende anche con gli alleati del Pdl: “Anche Raffaele Cattaneo è un candidato che può trovare un bel posto al Museo delle cere”.

La Lega, invece, prosegue Pinti, ha candidato Emanuele Monti, 27 anni, da 7 in Consiglio comunale. “E i giovani degli altri partiti, dove sono finiti? I vari Conte, Civati, Clerici, Cosentino, dove sono finiti?”. E poi conclude, per chi fosse tentato di votare Ambrosoli, di vedere un minuto dei suoi interventi pubblicati su You Tube.

Interviene quindi Attilio Fontana, sindaco di Varese, che dichiara: “Maroni non è solo un candidato che corre per diventare governatore in Regione, ma anche per dare vita ad un progetto più ampio, che difficilmente può decollare passando dalle paludi romane”. E Ambrosoli? “Un candidato che non ha alcuna esperienza”. Promosso a pieni voti Emanuele Monti. “Giovane, bravo, con tanto entusiasmo e coraggio”.

Parola infine allo stesso candidato Emanuele Monti. Il quale, dopo il contratto firmato dal Pdl Cattaneo, propone un giuramento. In cui dice di volersi dimettere da consigliere comunale se entrerà in Regione (“un culo una sedia”), e dice no a Nutella e cartucce da caccia con i soldi pubblici. Poi prende un paio di forbici e taglia una foto del premier Monti. Perchè lui è il “Monti giusto”.

 

 

2 febbraio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

2 commenti a “Lega Nord di Varese: gli altri partiti? Candidati da “museo delle cere”

  1. Raffaele Nurra il 3 febbraio 2013, ore 13:28

    Alcuni parlano di Museo delle cere poiché risulta essere l’unico Museo che hanno mai visitato

  2. Germano il 4 febbraio 2013, ore 01:21

    E questo è il gesto politico più significativo? Complimenti!

Rispondi