Regione

Il Pd Alfieri: invitato a comparire, dimostrerò regolarità delle spese

Alessandro Alfieri

Alessandro Alfieri

Sulle indagini disposte dalla Procura di Milano e relative alle spese sostenute dai gruppi di opposizione al Pirellone, prende la parola il vicesegretario regionale e consigliere regionale del Pd, Alessandro Alfieri, candidato al Pirellone per il suo partito.

“Ho ricevuto dalla magistratura milanese l’invito a comparire nell’ambito dell’inchiesta sui rimborsi ai consiglieri regionali – racconta il consigliere regionale – . Mi vengono contestate spese per circa 5.000 mila euro nei tre anni di mandato, per una media di circa 150 euro al mese. Si tratta di spese legate a due convegni istituzionali e di pranzi con amministratori locali, giornalisti e altre persone che ho incontrato nell’ambito delle mie attività istituzionali”.

Continua Alfieri: “Ho sempre agito con onestà e trasparenza e sono certo di poter dimostrare che non ho mai utilizzato i soldi della Regione per ragioni diverse da quelle previste dalla legge. In questo senso avevo già comunicato più di un mese fa a mezzo stampa le spese da me sostenute in questi tre anni di legislatura”.

“È giusto che la magistratura approfondisca e verifichi i conti di tutti i gruppi consiliari – conclude Alfieri – e dunque confermo la mia disponibilità a chiarire nelle sedi opportune la coerenza di quanto mi viene chiesto di spiegare”.

31 gennaio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi