Varese

Il Pdl a Varese boccia Ambrosoli. “Troppo milanocentrico”

La presentazione dei candidati Pdl a Varese

La presentazione dei candidati Pdl a Varese

Lancio dei candidati targati Pdl, questa mattina, nella sede provinciale del partito berlusconiano a Varese. A fare da “madrina” dei candidati della provincia di Varese, Mariastella Gelmini, ex ministro dell’Istruzione e parlamentare, capolista Pdl per la Camera Lombardia 2. La Gelmini è affiancata dal coordinatore regionale del partito, Mario Mantovani, dall’eurodeputata e coordinatrice provinciale, Lara Comi, da Paolo Aliprandi, vicecoordinatore vicario provinciale. Accanto a loro tutti i candidati varesini del partito.

Ma a farla da padrona è la Gelmini. Parte subito all’attacco: “Albertini e Ambrosoli parlano solo di Milano, ma la Lombardia non è solo Milano”. Il programma del Pdl, continua l’ex ministro, è tarato sulle realtà produttive fondamentali sul nostro territorio, dagli artigiani ai commercianti, alle piccole imprese. Poi iniziano le promesse: abolizione dell’Imu sulla prima casa, nessun aumento dell’Iva, Irap ridotta. Lotta all’evasione “ma senza i blitz spettacolari come quello di Cortina”. C’è anche una parte negativa: cancellare la legge Fornero sul lavoro per “ripartire dalla legge Biagi”. Chiusura sul Monte dei Paschi di Siena: ”un partito che non è in grado di gestire una banca, non è capace di gestire un Paese”.

Interviene Mantovani, che punta sui sondaggi e si dice convinto che la coalizione del centrosinistra sopravanza di soli tre punti quella del centrodestra. Mantovani sottolinea: “In pochi giorni il Pd ha perso il 2% dei consensi a causa della questione Mps”. “Stiamo mettendo in campo un progetto credibile – insiste Mantovani – e il programma di Berlusconi, come ha detto l’Università di Siena, è stato realizzato per l’80%”.

Poi la palla passa ai candidati varesini, che seduti e in piedi stanno attendendo pazientemente il loro turno per parlare dopo che i big hanno detto la loro.

29 gennaio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Il Pdl a Varese boccia Ambrosoli. “Troppo milanocentrico”

  1. Maria Sole De Medio via Facebook il 29 gennaio 2013, ore 16:54

    Non c’è che dire sanno essere “originali”…..

Rispondi