Varese

A Varese la lunga marcia del parrucchiere in mutande

 

Il parrucchiere in mutande

Il parrucchiere in mutande

Lunedì 4 febbraio 2013 alle ore 12 davanti a Palazzo Estense si svolgerà il primo corteo organizzato dal Movimento del Popolo Sovrano presieduto da Massimo Crippa, il parrucchiere di Bizzozero divenuto noto ai mass media e alla cittadinanza per la sua particolare protesta in mutande contro i tagli del governo e la montagna di tasse che i piccoli imprenditori, gli artigiani e tutti i cittadini devono sopportare per risanare il bilancio dello Stato.

Parteciperanno al corteo disoccupati, cassintegrati e pensionati che hanno aderito al movimento, il sindacato della polizia Siap, il sindacato della polizia municipale Sulpm, l’associazione Verità e la sua presidente Tina Montinaro (la vedova del caposcorta di Giovanni Falcone, morto nell’attentato di Capaci del 1992) e altre associazioni di categoria che si uniranno al corteo in modo spontaneo. Questa volta tutti indosseranno i pantaloni ma in segno di protesta ci legheremo le mani e non sarà una protesta contro un partito bensì sarà un grido di dolore condiviso per la sofferenza che dilaga per la mancanza di lavoro, di soldi, di speranze e di prospettiva. Obiettivo quello di parlare con il sindaco Attilio Fontana come rappresentante delle istituzioni.

La protesta del parrucchiere in mutande nasce l’anno scorso intorno al mese di settembre per manifestare contro la sua situazione di piccolo commerciante che svolge in proprio l’attività di parrucchiere in un piccolo quartiere e con grande difficoltà. Iniziano le proteste in mutande nel suo negozio nel mese di ottobre e nel mesi novembre.

Aderiscono chi in mutande chi in reggiseno i commercianti, i disoccupati, i cassintegrati messi in ginocchio dalle tasse e dai continui sacrifici a cui lo Stato oramai ci sottopone senza tante spiegazioni. Massimo viene invitato alla trasmissione “Pomeriggio cinque” di Canale 5 due volte ed espone la propria battaglia civile e apolitica bensì contro tutto il sistema politico non contro un solo partito. La notizia viene pubblicata su varie testate giornalistiche, il movimento si forma piano piano ma concretamente.  Oggi il  movimento  ha ormai al suo attivo circa 114.700 adesioni.

Per ulteriori info  visita il blog: http://movimentodelpopolosovrano.wordpress.com/

e.mail:ilparrucchiereinmutande@gmail.com

29 gennaio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi