Besozzo

Zanoletti porta sul palco a Besozzo gli echi della Ritirata di Russia

194958127-c65f8cdb-f25d-4583-9172-b43f6516e740Venerdì 25 gennaio, alle ore 10.30, per le scuole, e alle ore 21 per tutti, sul palco del Teatro Duse a Besozzo, va in scena ”Echi alpini Canti e scritti delle penne nere nel 70° della Ritirata di Russia”. A promuovere questo momento di teatro e di riflessione l’Associazione Nazionale Alpini Sezione di Varese, Zona 7, ovvero i Gruppi alpini di Bogno di Besozzo, Caravate, Cardano di Besozzo, Cocquio Trevisago, Gemonio, Laveno Mombello, Leggiuno Sangiano, Monvalle.

Lo spettacolo, frutto della collaborazione tra la Compagnia dell’Eremo e il coro Prealpi-Don Luigi Colnaghi, è un omaggio al valore e alla storia delle penne nere, amate in tutta Italia per la loro generosità, senso del dovere e simpatia. Protagonista è la parola degli alpini, una parola cantata, recitata e letta.

In scena vi sono canti tradizionali degli alpini, alternati al racconto delle vicende che li ha coinvolti, secondo quanto gli stessi protagonisti hanno narrato: pagine di diario, lettere, memoriali, a cui attori professionisti daranno di nuovo voce. Un ricordo particolare è dedicato ai caduti di Russia e alla tragica ritirata, nell’imminenza del 70° anniversario del drammatico evento bellico che vide tanta morte ma anche tanta generosità da parte dei soldati italiani. Lo spettacolo è già stato rappresentato il 28 settembre 2012 al teatro di Verdura, a Milano.

Una proposta teatrale con il coro Prealpi-don Luigi Colnaghi, M° Guido Paroni Ideazione Sergio Di Benedetto. Alla regia il bravo Antonio Zanoletti, attore e regista.

25 gennaio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi