Varese

Giorno della Memoria, a Varese “Shabbes Goy” e poesia al femminile

Roberto Gerbolès e Silvia Priori, protagonist di "Shabbes Goy"

Roberto Gerbolès e Silvia Priori, protagonist di “Shabbes Goy”

In occasione del Giorno della Memoria 2013, sabato 26 gennaio, alle ore 21, dopo più di cento repliche nei più prestigiosi Festival e Rassegne italiane e svizzere, Teatro Blu di Silvia Priori propone sul palco del Teatro Apollonio di Varese ”Shabbes Goy”, uno spettacolo tratto da uno studio su “Il muro invisibile” di Harry Bernstein. Una piéce di teatro concerto con musica yiddish, messo in scena da Teatro Blu in collaborazione con Moni Ovadia, regista ed autore ebreo dalle radici bulgaro-milanesi.

Per l’occasione la serata sarà aperta dalle poetesse della rassegna “La Poesia d’autunno è donna”, in collaborazione con la casa editrice Nuova Editrice Magenta di Dino Azzalin.

Un momento di riflessione e di festa, dove si vuole lanciare un messaggio forte affinché ognuno di noi possa trovare nelle differenze una opportunità di crescita e non una limitazione. Lo spirito della serata, anche in stretta relazione ai contenuti dello spettacolo, è diretto a sottolineare l’importanza dell’integrazione culturale e religiosa tra i popoli, un inno all’amore che vuole superare gli orrori della prevaricazione della vita umana. Questo messaggio positivo si concretizza anche grazie alla partecipazione di altri artisti alla serata, evento che realizza una vera integrazione tra le arti e le culture.

Siul palco prima dsell’inizio dello spettacolo le poetesse del fortunato ciclo di incontri “La poesia d’autunno è donna”, organizzato da Dino Azzalin e dalla Nem di Varese. Le poetesse proporranno poesie loro o di altri autori, lanciando, anche attraverso la poesia, un messaggio di speranza verso il futuro, superando gli orrori della storia recente. Parteciperanno Karin Andersen, Adriana de Carvalho Masi, Katia Catalano, Rita Clivio, Elena Danelli, Salima Martignoni, Giulia Martinelli, Chiara Bazzocchi, Sara Pennacchio,Valentina Vannetti.

Una particolare attenzione merita la mostra personale del Maestro Luigi Bello dedicata all’astrattismo, allestita per l’ occasione nel foyer del Teatro.

L’iniziativa ha ottenuto il Patrocinio Della Regione Lombardia, della Provincia di Varese, del Comune di Varese – Assessorato alla Famiglia, Persona e Università, della Fondazione Comunitaria del Varesotto. La collaborazione dell’Associazione “Un’altra storia” e dell’Anpi di Varese.

 

 

25 gennaio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi