Varese

I magnifici sette del Carroccio, ecco i candidati leghisti al Pirellone

Il segretario provinciale varesino del Carroccio Matteo Bianchi

Il segretario provinciale varesino del Carroccio Matteo Bianchi

Giovani, capaci amministratori e rappresentanti di tutto il territorio  provinciale. Sono questi i segni distintivi dei candidati varesini inseriti  nella lista per le elezioni regionali sotto il simbolo della Lega Nord che il 24  e 25 parteciperanno alla sfida elettorale a sostegno del candidato alla  presidenza del Pirellone Roberto Maroni.

Ecco i setti nomi comunicati dalla segreteria provinciale del Carroccio di  Varese in ordine di lista: Fabio Rizzi (classe 1966), ex sindaco di Besozzo e  senatore uscente; Francesca Brianza (1975), avvocato, sindaco di Venegono  Superiore e assessore provinciale; Emanuele Monti (1985), consigliere comunale  di Varese; Claudia Colombo (1952), ex sindaco di Ferno e attualmente assessore a  Somma Lombardo; Sandro Rech (1956), segretario della sezione cittadina di  Gallarate; Daniela Restelli (1987), candidato sindaco nel 2011 a Caronno  Pertusella e coordinatrice del Movimento giovani padani saronnese; Giampiero  Reguzzoni (1963), vicesindaco di Busto Arsizio.
“E’ una lista giovane con età media intorno ai 40 anni, composta da persone  che possono vantare un’esperienza amministrativa notevole e che sono degni  rappresentanti del territorio provinciale di Varese a sostegno di Roberto Maroni  presidente in Lombardia”, è il commento del segretario provinciale della Lega  Nord Matteo Bianchi.

24 gennaio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti a “I magnifici sette del Carroccio, ecco i candidati leghisti al Pirellone

  1. Ettore Russo via Facebook il 25 gennaio 2013, ore 19:31

    avete distrutto Varese, avete contribuito a tenere isolato Sumirago, avete fatto uso dei nostri soldi, avete occupato tutti i centri di potere, siete stati al GOVERNO dell’ ITALIA e della LOMBARDIA e cosa avete fatto: NULLA! NON VI BASTA: andatevene a casa con le vostre idee secessionistiche e false promesse di federalismo. VOI, DURI E PURI, vi siete dimostrati peggiori di tanti altri. VI INTERESSA IL POTERE PER IL POTERE E NIENT’ ALTRO.

  2. Hansjorg Eugen Anselmi il 18 maggio 2014, ore 21:33

    E’ vero abbiamo “distrutto” Varese, grazie alle politiche nazionali con i continui tagli alle amministrazioni locali, alla tesoreria unica centrale, ai governi IMPOSTI dall’europa dei poteri forti di massoni e banche, ai professori distruttori degli italiani, ai sinistri che aprono le porte a tutti indiscriminatamente, a chi affama i pensionati e crea disocupazione (vedi legge Fornero) ai professori pro euro ( vedi Prodi ). Ai continui tagli alle forze dell’ordine e poi la smetto qui perchè parlare con uno che continua a darsi mazzate sui genitali e dice che va tutto bene è tempo sprecato. Quando invece di criticare avrete proposte concrete be allora ne riparliamo.

  3. E. Dandolo il 19 maggio 2014, ore 08:43

    Eugen Anselmi, ma per oltre due lustri con Berlusconi e CL , al Governo nazionale di Roma ladrona ci son stati tanti varesini e varesotti, ministri e sottosegretari. Non solo non han portato a casa nulla ma hanno affossato col pregiudicato di Arcore le amministrazione comunali con folli promesse e leggi forcaiole, vedi ICI. Andee a ca a mung la vaca, che de lifroch ghe n’è in giri fin tropp

Rispondi