Varese

Per la festa di San Sebastiano, la Polizia locale fa il bilancio

Si è celebrato, questa mattina, presso la Parrocchia di Bregazzana, San Sebastiano, patrono della Polizia locale. Una tradizione che coincide con la festa dello stesso rione di Bregazzana e che ha visto la presenza delle autorità civili.

L’appuntamento è stato anche occasione per un bilancio dell’attività della Polzia locale di Varese, che è stato proposto dal comandante dei vigili, Antonio Lotito. Il comandante ha sottolineato un “aumento dei controlli di polizia stradale, che hanno contribuito alla riduzione dei sinistri verificatisi , da 666 sinistri del 2011 ai 553 nel 2012  e rilevando  purtroppo due sinistri mortali”. “Il trend  prospettico in dieci anni – ha proseguito Lotito - mostra la riduzione del 50% dei sinistri a dimostrazione che la prevenzione rimane   una attività irrinunciabile e finalizzata al contenimento del fenomeno dell’abuso di alcool e sostanze stupefacenti”.

Tra le attività dell’anno è stata ricordata l’operazione Smart, nata dalla collaborazione del Comune di Varese con la Regione Lombardia e le Province Lombarde e che era finalizzata al monitoraggio di aree a rischio del territorio. Significativa la partecipazione degli agenti alla gestione di grandi eventi, come gli Europei di Canottaggio che si sono svolti sul bacino del Lago di Varese. Coinvolgimento degli agenti anche nelle ricerche della scomparsa di persone, insieme a Protezione Civile, Vigili del Fuoco e altre Forze di Polizia.

Lotito si è anche soffermato anche sul contrasto nei confronti dei questuanti agli incroci cittadini, avvenuta, sottolinrea il comandantre “nonostante la dichiarazione di illegittimità costituzionale delle Ordinanze Sindacali in materia”. Contrasto anche dei disturbi notturni dati dalla  movida varesina. Ancora: controlli nei confronti degli immigrati extracomunitari, con irruzioni mirate in edifici abbandonati, e verifiche dell’uso illecito dei permessi rilasciati a disabili. Encomiabile l’attività del Nucleo di Educazione Stradale che si è ulteriormente sviluppata , confermandosi strumento fondamentale all’educazione alla legalità nelle scuole primarie varesine, con un totale di circa 1200 ore ripartiti su 5 operatori.

Infine Lotito ha fatto cenno al perfezionamento tecnologico del sistema della videosorveglianza comunale e della interconnessione dello stesso con le altre Forze dell’Ordine.

20 gennaio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi