Como

La “due giorni” lariana del Carroccio, Maroni studia il programma

Roberto Maroni

Roberto Maroni

Sulla strada della sua trasformazione in partito berlusconiano del Nord, con un Berlusconi capo della coalizione che occupa prepotentemente la scena elettorale, la Lega Nord si interroga su quale programma portare avanti nella corsa per il vertice della Regione Lombardia. A Como sono in corso degli Stati generali del Carroccio, e tra oggi e domani, tra le location del Gran Hotel di Como e Villa Erba, si svolge l’evento “Dillo a Maroni”, imprenditori, professionisti, esponenti della società civile raccolti per crea il programma di Maroni presidente del Pirellone.

Già era accaduto, nello scorso settembre, al Lingotto di Torino, quando la prima puntata degli Stati generali avevano visto niente meno che il ministro Corrado Passera presente alla convention leghista. Oggi e domani lo staff maroniano è alla ricerca di idee, spunti e progetti divisi per settori diversi. Grandi lavagne raccolgono le proposte dei presenti sul fronte di una strategia di sviluppo della Lombardia post-formigoniana.

“All’incontro – ha spiegato Maroni lanciando l’evento – sono stati invitati anche i rappresentanti delle liste che mi sosterranno e che dovranno poi condividere il programma che sarà stilato proprio in questa occasione”.

A Como ottanta tecnici ed esperti delle aree istituzionale, sociale ed economica si confrontano a porte chiuse sul programma di Maroni. Domani, invece, a Villa Erba, sarà la volta di tecnici, politici, amministratori e imprenditori. Circa 250 persone che avranno il compito di mettere nero su bianco i punti del programma maroniano per governare la Lombardia.

15 gennaio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi