Varese

Pedonalizzare piazza Giovine Italia, via libera dal vertice di maggioranza

comuneVertice della maggioranza di centrodestra a Varese, nel tardo pomeriggio, in Sala Matrimoni, presente anche Aldo Colombo, coordinatore cittadino del Pdl. Una discussione animata tra sindaco, assessori e consiglieri appartenenti a Pdl e Lega Nord, che si troveranno ad affrontare, giovedì prossimo, 17 gennaio, nella seduta del Consiglio comunale la mozione di sfiducia al sindaco Fontana e alla giunta presentata dal Pd Mirabelli e che è stata sottoscritta da tutte le opposizioni, mozione che occupa il primo posto nell’ordine del giorno della seduta del Consiglio comunale.

Tra i temi affrontati questa sera in Comune l’annosa questione della pedonalizzazione di piazza Giovine Italia e delle vie limitrofe Donizetti e Rossini. Eravamo a metà luglio e il Consiglio accese il semaforo verde a questa richiesta. Mozione presentata dal Pd Andrea Civati, passata con un emendamento a firma del Pdl Piero Galparoli. Voto favorevole di tutto il Consiglio comunale tranne Movimento 5 stelle e Movimento Libero. L’emendamento del Pdl puntava a preservare i parcheggi esistenti per i residenti.

Un voto che era parso allora come espressione di una nuova maggioranza Pd-Pdl, in polemica contro il Carroccio e i suoi assessori. Una componente, quest’ultima, che ha sempre frenato sulla pedonalizzazione. Tra ritardi e divisioni, da luglio ad oggi la pedonalizzazione non si è mai concretizzata. E il fatto che questa sera si sia deciso di dare il via libera all’operazione-pedonalizzazione preservando, con strisce gialle, gli stalli per i residenti, secondo l’emendamento Galparoli, potrebbe significare proprio un riacuirsi delle tensioni all’interno della maggioranza. Tanto più che l’iniziativa della pedonalizzazione di piazza Giovine Italia e vie limitrofe è partita dal Pd, partito d’opposizione.

Tensioni dentro la maggioranza che rischiano di riaffiorare in presenza della mozione di sfiducia nei confronti di sindaco e giunta. Del tema si è parlato anche questa sera, al vertice di maggioranza in Comune. Una discussione dai toni a tratti piuttosto forti, ma che non dovrebbe mancare di garantire, al momento del voto di sfiducia, il “serrate le righe” da parte della maggioranza.

 

10 gennaio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi