Varese

Varese land of Tourism, sì del Pirellone al rilancio

Paola Della Chiesa, direttore dell'Agenzia  del Turismo

Paola Della Chiesa, direttore dell’Agenzia del Turismo

Approvato dal Pirellone il rinnovamento del programma di sviluppo turistico “Varese land of Tourism”, documento strategico per la programmazione delle azioni che puntano alla promozione territoriale e turistica. Uno strumento indispensabile, che consentirà la partecipazione ai bandi regionali e quindi la possibilità di portare sul territorio risorse da investire per l’accrescimento della consapevolezza e la valorizzazione del patrimonio naturalistico, storico e culturale del Varesotto.

L’elaborazione del documento nasce dall’azione pianificata e programmata da Provincia di Varese, con il coordinamento dell’Agenzia del turismo. Quello approvato da Regione Lombardia è  il risultato di un lavoro in sinergia tra Comuni, associazioni di categoria e privati, i quali hanno dato un contributo al fine di avere uno strumento efficacie e condiviso.

Tra gli obiettivi del documento – che ancora non è stato possibile leggere – l’individuazione e la definizione di un “filo conduttore”, ovvero il turismo sostenibile, in grado di connotare le identità e le vocazioni del territorio; l’armonizzazione e l’organicità delle differenti offerte turistiche (geografica, ricettiva, tipologica, vocazionale), ma nel rispetto delle specificità locali; un marchio ben connotato e identificabile; la “saldatura” tra turismi diversi e tra turismo e attività produttive.

Commenta Paola Della Chiesa, direttore Agenzia del Turismo della Provincia di Varese: “Il 2013 è iniziato da pochi giorni, ma l’approvazione di questo fondamentale documento apre di fatto la nuova stagione turistica. Inoltre non posso che esprimere la mia soddisfazione perché il percorso è stato caratterizzato da un lavoro proficuo e tutti i soggetti coinvolti hanno dato il loro apporto per elaborare una strategia chiara e condivisa, fondata sul turismo sostenibile”.

Conclude la Della Chiesa: “Avere ottenuto l’approvazione di Regione Lombardia, significa avere tutte le carte necessarie per partecipare ai vari bandi regionali e poter così portare sul nostro territorio nuovi finanziamenti utili allo sviluppo del sistema. Ed è proprio su quest’azione che l’Agenzia avrà un ruolo di coordinamento nei prossimi due anni. Senza dimenticare poi l’ormai sempre più vicina prospettiva, nonché opportunità di Expo”.

 

9 gennaio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Varese land of Tourism, sì del Pirellone al rilancio

  1. protassio virtussio il 10 gennaio 2013, ore 14:22

    Vista la cruda reltà, come tema del rilancio del turismo a Varese, non mi sembra resti che proporre una visita organizzata alle attività sytoriche che hanno chiuso i battenti o che stanno per chiudere. Resterà almeno la mamoria di un territorio che, una volta, è stato grande ed all’avanguardia nel mondo. Ora è in balia di una amministrazione che non riesce neppure a produrre un PGT.

Rispondi