Regione

Polstrada Lombardia, continua guerra contro stragi del sabato sera

img_4_5569Tempo di bilanci per tutti, anche per la Polizia Stradale; meno incidenti, più ore di controllo con il tutor ed un prestigioso riconoscimento al lavoro svolto nel 2012: la medaglia d’oro al valore civile che il Capo dello Stato ha voluto conferire per la dedizione ed il soccorso prestati dal personale della Polizia Stradale in occasione delle eccezionali nevicate d’inizio anno. E’, infatti, la prevenzione il filo rosso che lega un anno di attività della Polizia Stradale che fa il consuntivo del lavoro degli uomini e delle donne impegnati sul fronte della sicurezza stradale.

Nel corso dell’anno 2012 la Polizia Stradale che opera sulle strade della Lombardia ha effettuato 53.918 pattuglie di vigilanza stradale, di cui 24.067 in autostrada e 29.851 sulla viabilità ordinaria. L’attività di vigilanza stradale è stata svolta sulle arterie di competenza per la tutela della circolazione stradale ed il controllo del territorio al fine di garantire la sicurezza pubblica, in concorso con le altre forze di Polizia presenti nella regione.

Nell’anno  2012 è stato riscontrato un decremento del dato infortunistico complessivo  rispetto all’anno 2011 in quanto sono stati rilevati, nell’ambito del Compartimento Lombardia (autostrada e viabilità ordinaria), 8.767 incidenti (-10,33% rispetto al 2011).

In particolare, si sottolinea che il decremento dell’incidentalità ha interessato l’ambito autostradale. Decisivo per il trend positivo è stato sicuramente il potenziamento dell’attività di controllo della velocità media attraverso il tutor.

Tale sistema di controllo della velocità in autostrada (tutor) ha  cambiato le abitudini degli utenti sulle autostrade lombarde,  consentendo un abbattimento del numero degli incidenti  a dimostrazione della funzione “educativa” del tutor, che ha indotto nel tempo condotte di guida più responsabili.

Sempre avendo riguardo all’abbattimento dell’incidentalità sulle strade, sono stati potenziati i controlli contro la guida in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti: 174.367  i conducenti controllati con etilometri e precursori, con 5.915 sanzionati per guida sotto l’influenza dell’alcol e 367 per guida sotto l’effetto di droga, 104 sono stati i veicoli confiscati per guida in stato di ebbrezza alcolica e per guida sotto l’effetto di droga.

L’obiettivo dell’abbattimento dell’incidentalità stradale è stato raggiunto anche attraverso i servizi mirati per il contrasto dei comportamenti a rischio legati al fenomeno delle “stragi del sabato sera” che le Sezioni dipendenti hanno programmato ed attuato sulla base delle direttive impartite da questo Compartimento. Nel 2012, per contenere il fenomeno infortunistico delle “stragi del sabato sera”, il Compartimento Polizia Stradale Lombardia ha  attivato nei fine settimana 1.146 posti di controllo. Nel corso dei servizi sono state controllate  complessivamente 33.990 persone di cui 23.550 uomini e 10.440 donne. Sono risultati positivi ai controlli  il 7,2% dei controllati di cui 2.106 uomini e 333 donne.

E’ ancora la prevenzione della sicurezza sulle strade, oltre a quella del conducente – lavoratore, il motivo del potenziamento dei controlli al trasporto professionale attuato dalla Polizia Stradale e dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti: sono stati controllati 27.812  veicoli pesanti di cui 2.457 stranieri e 25.355 italiani, 11.210 le infrazioni accertate. Nel corso dell’anno sono stati, inoltre, effettuati 209 servizi con i Centri Mobili di Revisione, e sono stati controllati 2.644 veicoli.

3 gennaio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi