Regione

Dopo tre mesi, il Lombardia Express è già morto

Il taglio del nastro con l'ex ad Biesuz e l'ex assessore Cattaneo

Il taglio del nastro con l’ex ad Biesuz e l’ex assessore Cattaneo

Il Lombardia Express, partito il 17 settembre scorso con due corse giornaliere da Bergamo e Varese per Milano Centrale e ritorno, prevedeva un periodo di sperimentazione. Il Lombardia Express rientra nella tipologia di servizi “a mercato”, che non prevedono l’utilizzo di finanziamenti pubblici per la produzione, ma che sussistono grazie agli introiti di vendita dei titoli di viaggio.

“Trenord continuerà comunque a studiare offerte – ha dichiarato l’amministratore delegato Luigi Legnani – sulla tipologia del Lombardia Express, tenendo conto dell’esperienza maturata in questi mesi. In questo momento però l’esigenza è di consolidare il sistema, concentrando attenzione e risorse al servizio dei pendolari”.

Tutte le persone in possesso di titoli di viaggio (abbonamento, corsa semplice, corda andata/ritorno, carnet 5 viaggi) già acquistati saranno contattate dal servizio clienti per le modalità di rimborso. Per maggiori informazioni è possibile contattare il numero verde 800 500 005.

 

3 gennaio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

7 commenti a “Dopo tre mesi, il Lombardia Express è già morto

  1. Patrizia Emilitri via Facebook il 3 gennaio 2013, ore 20:51

    abbè, allora! bravi, bravi!

  2. Daniela Elisa Vanoli via Facebook il 4 gennaio 2013, ore 07:58

    te pareva… stessa storia toccherà alla funicolare del Sacro Monte.

  3. Requiem il 4 gennaio 2013, ore 09:36

    Biesuz e Cattaneo, ma guarda come son contenti e sorridono, nella foto. Fischia il vento.
    Sono già a casa, finalmente.

  4. Robert Paulson il 4 gennaio 2013, ore 11:18

    ragazzi che coppia! cattaneo non era quello che 8000 euro sono pochi e nel privato avrebbe guadagnato di più? con un successo imprenditoriale di questo tipo nel privato l’avrebbero già cacciato. mi auguro che le prossime elezioni tolgano per sempre questi personaggi dalla scena

  5. ombretta diaferia il 4 gennaio 2013, ore 11:32

    povero Cattaneo…
    è un vero complotto!
    rispetto ai suoi predecessori, che negli anni ’80 hanno riempito le città italiane di aeroporti (per il loro personale trasporto), il viceceleste non ha fatto null’altro che creare un treno superveloce e supercaro e consumare tanto suolo pubblico per farsi fotografare sotto i ponti di notte: ora gli resta solo la pedemontana per la campagna politica…

  6. Carlo Prevosti il 4 gennaio 2013, ore 13:09

    Bella forza, risparmi meno 15 minuti e costa il doppio rispetto ai treni. Cosa pretendono?

  7. un varesino non doc il 4 gennaio 2013, ore 14:53

    Di tutte le risposte quella reale e sensata e’ firmata Prevosti. Sul tempo e sul costo va fatto il ragionamento!

Rispondi