Varese

San Silvestro a Varese, ecco i luoghi dove si è brindato

Enrico Bertolino sul palco del Teatro Apollonio

Enrico Bertolino sul palco del Teatro Apollonio

Tante le iniziative che si sono svolte a Varese l’ultima notte del 2012. Proposte diverse che, allo scoccare della mezzanotte, hanno visto brindare al nuovo anno, tra abbracci e auguri. Purtroppo non sono mancati i botti, che in città avevano via libera dato che nessuna ordinanza li proibiva.

Si è ripetuta, presso l’Oratorio di Giubiano, il tradizionale Cenone della solidarietà organizzato dai volontari. Ben 47, per questa quarta edizione, affiancati da due cuochi e da tre aiuti in cucina. Una sessantina i commensali che si sono accomodati ai tavoli nella palestra dell’oratorio. Per servire il menù ai tavoli, seguire la tombola, distribuire i doni ai presenti, c’erano volontari provenienti da Varese, Gavirate, Lozza, Gallarate, Marnate, Comerio, Carbonate, Parabiago, Legnano, Albizzate, Orino, Cittiglio, Casorate Sempione, Cornaredo, Sesto Calende, Gemonio, Malnate, Castelletto Ticino, Bodio Lomnago. Alla mezzanotte precisa, cuochi, volontari e ospiti hanno brindato con spumante e panettone al nuovo anno.

Deludente, invece, la mancata programmazione di piazza Repubblica, dove si sarebbe dovuto svolgere un cenone sulla ruota panoramica. Per fortuna ci ha pensato il Teatro di Varese, che ha fatto sold out con il divertente spettacolo di Enrico Bertolino “L’ultimo dei Maya” con musiche eseguite sul palco da Teo Ciavarella. Nessuna poltrona libera in sala per lo spettacolo che il comico milanese ha iniziato dicendo “avvisatemi voi quando arriva mezzanotte, perchè lo spettacolo va avanti ‘ad minchiam’ fino allora”. Nell’atrio una lunga tavolata, organizzata dall’efficiente direttore del teatro, Filippo De Sanctis, che ha offerto, a mezzanotte, fette di panettone, pandoro e un bicchiere di spumante per brindare tutti insieme all’attore.

Interessante e decisamente originale la festa organizzata dall’associazione Decimamusa diretta da Monica Merlo in collaborazione con MivCafè dal titolo “SVoltiAmo al 2013. I volti dell’anno”, un susseguirsi di performance artistiche diverse. La palma della più originale va senza dubbio alla ceramista Raku, Anna Bernasconi, che ha realizzato dei calchi di gesso con i volti dei partecipanti al party. Seduti sui divani altri due artisti hanno realizzato ritratti dei presenti: Alberto Frigo, che realizzava ritratti con l’utilizzo dell’Ipad, e Mike Snyder, che agiva con matita, penna e carta. Non mancava neppure il fotografo che mette le facce in scatola, Leone Matteo Luraghi. A fare da colonna sonora, molto rock, la band dei “VisMorbida” accompagnati dalla  voce del cantante Leon e della cantante Jazz Irene Parabita.

Non poteva mancare un salto al Twiggy Cafè, riaperto dopo le note vicende. Un brindisi di mezzanotte molto friendly, nel noto locale di Biumo Inferiore: l’invito del proprietario Nicola Oldrini era stato di recarsi al Twiggy portandosi dietro dolci e bottiglie, torte salate e pasticcini, pizzette e ottime torte. E così è avvenuto, con abbracci e brindisi allo scoccare dell’ora fatale.  Brindisi al quale ha partecipato lo stesso Nicola, che ha curato anche la colonna sonora proponendo accattivanti assaggi musicali.

 

FOTO

1 gennaio 2013
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi