Varese

Parlamentarie Pd a Varese, stravince Marantelli, renziani ko

In via Monte Rosa il segretario provinciale Taricco segue l'arrivo dei risultati

In via Monte Rosa il segretario provinciale Taricco segue l’arrivo dei risultati

Le primarie sono uno strumento importante, ma spesso imprevedibile, qualche vota a doppio taglio. Se ne è avuta conferma a Varese dove, alle parlamentarie per individuare i candidati Pd a Camera e Senato che si sono svolte ieri, un appuntamento al quale hanno preso parte più di cinquemila elettori, si è verificato un piccolo terremoto politico. Un terremoto che si è iniziato a percepire attorno alle undici di ieri sera tra dirigenti e militanti nella sede provinciale del partito in via Monte Rosa, dove affluivano i risultati dagli oltre 70 seggi sparsi in tutta la provincia di Varese.

Oltre tremila voti sono andati a Daniele Marantelli, deputato uscente molto radicato nel territorio (per l’esattezza sono stati 3006 i voti per lui). Il “leghista rosso”, come qualche volta è stato chiamato per la sua amicizia con Roberto Maroni, segretario del Carroccio, ha visto confermata la sua popolarità e per lui, non si può escluderlo, potrebbe essere in arrivo un ruolo in un esecutivo presieduto da Pier Luigi Bersani. Un risultato, quello di Marantelli, piuttosto scontato. Non lo era, almeno nelle dimensioni in cui è avvenuta, la sonora sconfitta dell’altro parlamentare varesino uscente, il senatore Paolo Rossi, che con i suoi 781 voti è arrivato ultimo nella corsa delle parlamentarie.

Altra novità è stato il risultato ottenuto dalla giovane e quasi sconosciuta Maria Chiara Gadda, che ha conquistato la medaglia d’argento alle parlamentarie Pd. Alla Gadda, 32enne consigliera comunale di Fagnano Olona, sono andati 2249 voti e dunque sarà certamente candidata al Parlamento. Alla candidata espressa dal territorio e con consensi piuttosto trasversali, sia in termini di correnti del Pd, che in termini geografici, è riuscito anche il sorpasso nei confronti della terza classificata, un’altra donna, la bustocca Erica D’Adda, consigliera comuanle e segretaria citrtadina Pd a Busto, a cui sono andati 2137 consensi. Un sorpasso, quello della Gadda sulla D’Adda, avvenuto nonostante il fatto che la D’Adda era in ticket con il votatissimo Marantelli, mentre la Gadda era in ticket con lo sconfitto Paolo Rossi. Qualcosa nel ticket Ds Marantelli-Gadda evidentemente non ha funzionato: qualche piccola crepa si è creata, qualche piccola sfasatura. Altrimenti non si comprenderebbe perchè a Varese città a Marantelli sono andati 377 voti e alla D’Adda 223, mentre a Busto Arsizio Marantelli abbia ricevuto solo 150 voti mentre la D’Adda ne ha incassati addirittura 422.

Altro terremoto è quello che riguarda la compontente renziana del Pd che, stando all’esito delle parlamentarie, è stata praticamente azzerata. Il candidato su cui i renziani hanno fatto confluire tutti i voti, il vicesindaco di Gallarate Angelo Senaldi, soltanto quarto con 1777 voti, seguito dall’altra giovane candidata renziana, Sara Battistini, che ha ottenuto 1356 voti. Entrambi i candidati legati a Renzi e, a Varese, al vicesegretario regionale Alessandro Alfieri, sono così usciti dalla sfida delle primarie con un risultato alquanto deludente.

Ora si aprirà certamente una resa dei conti dentro il Pd provinciale di Varese, che appare ancora più spostato verso Bersani rispetto alle primarie nazionali, ma nello stesso tempo la componente bersaniana ritenuta fino ad oggi maggioritaria, non è apparsa compatta e coesa come ci si poteva aspettare. Certamente molto positivo il fatto che, in termini assoluti, nel Pd varesino, siano state premiate le donne, che si sono imposte al secondo e al terzo posto, e i giovani, come è stato nel caso della Gadda, ma anche della Battistini. Primarie da terremoto che proietteranno la loro ombra lunga sui prossimi appuntamenti, a partire dalla sfida delle vicine elezioni regionali, un appuntamento che il Pd varesino dovrà affrontare ripartendo dal sisma che queste primarie hanno determinato.

30 dicembre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Parlamentarie Pd a Varese, stravince Marantelli, renziani ko

  1. ombretta diaferia il 30 dicembre 2012, ore 13:09

    come al solito rispecchiamo il nostro paese in quest’ultima landa del profondo nord: giovani ed esordienti!

Rispondi