Varese

Marantelli e Alfieri, due protagonisti delle primarie Pd a Varese

Grande successo per il deputato Daniele Marantelli

Grande successo per il deputato Daniele Marantelli

Indiscutibile il successo pieno del bersaniano doc Daniele Marantelli, deputato uscente del Pd, personaggio molto popolare a Varese, con un cursus honorum di tutto rispetto in politica: dapprima consigliere comunale a Varese, poi consigliere al Pirellone e infine deputato, che tornerà in Parlamento sull’omda del successo delle parlamentarie. Alla Camera? Al Senato? Ancora non si sa. Mentre è chiaro il messaggio che Marantelli invia al popolo del centrosinistra varesino: “E’ stato un grande successo per il Partito democratico, che ha chiamato per quattro volte i cittadini al voto delle primarie in poche settimane”.

Per il deputato, che ha superato quota tremila consensi alle parlamentarie di ieri, è un continuo stringere mani e abbracciare amici e militanti che si affacciano al suo ufficio. “Queste primarie hanno confermato la passione popolare che abita nel Pd, la grande voglia di partecipazione, l’attenzione nei confronti di giovani e donne. Ma soprattutto il fatto che ci può essere la buona politica”, sottolinea Marantelli. Un suo ringraziamento va agli elettori, ma anche ai tanti volontari che hanno consentito il lavoro della complessa macchina delle primarie.

E’ presente nella sede Pd di Varese anche il consigliere regionale e vicesegretario regionale Alessandro Alfieri, esponente di punta dell’area Renzi. Prende atto della sconfitta dell’area renziana: “Il trend di queste primarie per i parlamentari in tutta la Lombardia – dice Alfieri – è il successo dei candidati giovani e delle donne. Nel caso del Pd di Varese, la Gadda e la Battistini”. Perplesso sull’insuccesso di Angelo Senaldi (“più di quanto abbiamo fatto per sostenerlo, non si poteva”), Alfieri rimarca però il carattere peculiare delle primarie. “Si tratta di una consultazione con una base ristretta, dove prevale chi ha un maggior radicamento nel corpaccione del partito. Altro discorso varrà quando si dovranno affrontare le elezioni regionali. Le due cose restano distinte, senza ripercussioni dell’una sull’altra”.

30 dicembre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Marantelli e Alfieri, due protagonisti delle primarie Pd a Varese

  1. Giovanni Dotti il 30 dicembre 2012, ore 16:05

    Onore e congratulazioni ai vincitori di queste Primarie, con l’invito a stare sempre dalla parte dei Cittadini soprattutto quando si tratta di scelte vitali per la nostra Citta’ , eventualmente anche introducendo strumenti di democrazia diretta, sia all’interno con (mini)referendum tra gli iscritti e possibilmente anche all’esterno tra tutti i concittadini. Una maggiore partecipazione e condivisione delle decisioni e’ oggi indispensabile per una democrazia piu’compiuta e responsabile, e soprattutto per una forza popolare e progressista come il Partito Democratico che mi auguro possa attrarre sempre maggiori consensi. Giovanni

Rispondi