Varese

Capodanno con le sexy Barbie. Ecco il doll-calendario di Bortoluzzi

Lo "scatto" di Alberto Bortoluzzi dedicato al mese di novembre

Lo “scatto” di Alberto Bortoluzzi dedicato al mese di novembre

In vista del Capodanno, in edicola e in libreria, nelle banche e nelle aziende si moltiplicano i calendari 2013. Soggetti e dimensioni diverse, con foto, illustrazioni, disegni. Ma a Varese il passaparola si concentra su un calendario, di cui si vocifera da tempo, ma che nessuno ha visto. Un calendario che rischia di surclassare tutti gli altri: il suo titolo è “A life as a Doll“. Siamo riusciti a vederlo: piccolo formato (20 per 15 cm), elegante confezione, un mix di gioco e malizia. Dodici mesi del 2013 per spiare alcune Barbie, sì le popolari bamboline nate negli anni Sessanta, immortalate dall’obiettivo del varesino Alberto Bortoluzzi. Barbie indaffarate e in relax, crucciate e attonite. E, sotto sotto, un lavoro fotografico tutto incentrato sull’illusione, sul micro che diventa macro, con le bamboline che giganteggiano nelle location urbane in cui Bortoluzzi le ha fissate.

Delle mille sfaccettature che, nel corso degli anni, hanno caratterizzato queste bamboline, Bortoluzzi ha scelto il lato per adulti: le 12 immagini incluse nel calendario sono il ritratto della Barbie sexy, abbigliata solo con eleganti tacchi a spillo, vestita di svolazzanti pizzi color carne, qualche volta senza tacchi e senza pizzi. Lo “scatto” senza dubbio più intrigante è quello associato al mese di novembre. Nel freddo mese invernale Barbie è languidamente appoggiata ad un angolo della fontana di piazza Monte Grappa a Varese, sullo sfondo qualche vetrina illuminata, la piazza deserta e bagnata di pioggia: la bambolina mostra una raffinata lingerie, con scarpette chiare e un giacchino sbarazzino.

Un calendario bello ed elegante, quello di Bortoluzzi, che si sta impegnando sulla fotografia di giocattoli travisati e rivisitati grazie allo spazio in cui sono collocati. E’ il caso delle Barbie per qiuesto scorcio finale dell’anno, sarà il caso di altri giocattolini che il fotografo ha sparso in città e fotografato. Ma questo è un altri paio di maniche, di cui riparleremo in futuro.

FOTO

30 dicembre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi