Busto Arsizio

A Ferno i Carabinieri arrestano pusher, italiano e incensurato

I militari dell'Arma con droga e danaro sequestrati

I militari dell’Arma con droga e danaro sequestrati

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Busto Arsizio, congiuntamente alla Stazione dell’Arma di Lonate Pozzolo, dopo un’accurata attività di indagine, hanno arrestato una persona trovata in possesso di circa 100 grammi di hashish, oltre a materiale vario per il taglio e il confezionamento (bilancini di precisione, strumenti da taglio ecc.) e circa 1.300 euro in contanti, sicuro provento dell’attività di spaccio.

L’operazione si è svolta nella zona di Ferno, dove a seguito di una segnalazione su una sospetta attività di spaccio di sostanze stupefacenti da parte di un soggetto, italiano, incensurato, faceva allertare diverse pattuglie, a cura dei militari del NOR della Compagnia dei Carabinieri di Busto Arsizio e della Stazione dei Carabinieri di Lonate Pozzolo.

Subito insospettiti da strani movimenti di persone attorno all’abitazione dell’uomo, i militari decidevano di effettuare una perquisizione presso l’abitazione del sospetto pusher, durante la quale, ben occultata nella stanza dell’uomo, convivente con l’anziana madre ignara dei traffici illeciti del figlio, formalmente disoccupato, venivano rinvenuti 18 ovuli di hashish nero indiano, già confezionati per la vendita al dettaglio, e una notevole somma di denaro contante.

L’uomo, con molti contatti in India, probabile mercato di partenza per i suoi traffici nel Lonatese, era anche in possesso di un biglietto aereo di sola andata per il Paese asiatico, lasciando supporre una sua imminente fuga all’estero per depistare eventuali attività d’indagine sul suo conto.

A quel punto i militari, su disposizione del Sostituto Procuratore di turno presso la Procura della Repubblica di Busto Arsizio, D.ssa Colangelo, lo arrestavano per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

 

 

20 dicembre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi