Varese

Popolare di Bergamo, obbligazioni per la mensa Cri di Varese

Banca Popolare di Bergamo – Gruppo UBI BANCA – annuncia l’emissione di un prestito obbligazionario i cui proventi verranno in parte devoluti, come liberalità, alla Croce Rossa Italiana di Varese con l’obiettivo di acquistare un montacarichi per la mensa dei poveri oggi in via di completamento nella sede di Via Dunant. L’iniziativa è stata presentata oggi presso la nuova sede della Croce Rossa Italiana di Varese in Via Jean Henri Dunant. Il periodo di collocamento del Social Bond dal 14 dicembre 2012 al 31 gennaio 2013.

Flavio Debellini – Direttore Territoriale di Banca Popolare di Bergamo dichiara la propria soddisfazione e quella della Banca affermando “l’orgoglio di poter sostenere con questo innovativo strumento finanziario una così lodevole iniziativa che si propone di dare una risposta concreta al problema delle “nuove povertà” che in una città come Varese colpiscono un numero sempre maggiore di persone. Sostenere questo progetto, dopo altre similari iniziative sociali, significa ribadire sempre di più il nostro ruolo di Banca del Territorio, vicina alle famiglie, alle aziende e punto di riferimento per le realtà imprenditoriali che generano valore per la comunità”.

“In termini più generali” – prosegue Debellini – l’introduzione del Social Bond in Italia rientra in un percorso di sostegno a iniziative di interesse sociale, tra le quali quelle promosse dal Terzo Settore, che il gruppo UBI Banca ha avviato nell’ultimo trimestre del 2011 e che ha visto la realizzazione di una piattaforma di servizi e di strumenti dedicati alle organizzazioni non profit e alle istituzioni religiose denominata UBI Comunità. Si tratta di un modello innovativo, finalizzato ad identificare un approccio commerciale strutturato, con un sostegno che spazi dai servizi bancari, alla gestione quotidiana dell’attività, alla progettualità ed agli investimenti. Siamo come Banca, ma ancor prima come persone, orgogliosi di poter far del bene a queste persone, alle loro famiglie ed al nostro territorio”.

Soddisfatto anche Angelo Michele Bianchi, Commissario del Comitato di Varese della Croce Rossa – “Inutile dire che siamo felici del fatto che un’importante banca del territorio come Banca Popolare di Bergamo abbia scelto oggi Croce Rossa Italiana come destinataria di questa operazione di “finanza solidale”. Ne siamo lieti perché un’opera così rilevante per il territorio, alla cui realizzazione il nostro Comitato femminile presieduto dalla Sig.ra Laura Sessa è impegnato da oltre 2 anni, necessita per una sua rapida conclusione anche di innovative forme di raccolta fondi come appunto quella del Social Bond. Auspichiamo che tutti coloro che sostengono Croce Rossa Italiana e che in questi anni ci hanno seguito vogliano avvicinarsi a questa nostra iniziativa anche con l’obiettivo di sostenere questo ed altri progetti”. Continua Bianchi: “Crediamo che Banca Popolare di Bergamo abbia deciso di affiancarci perché riconosce che il nostro operato ha una ricaduta positiva sulla vita di tutta la comunità. E noi siamo grati alla Banca per averlo compreso”

Conclude Riccardo Tramezzani Vice Direttore Generale di Banca Popolare di Bergamo che sottolinea come “la collaborazione messa in atto da Banca Popolare di Bergamo e Croce Rossa Italiana di Varese sia il miglior segno di attenzione verso le persone maggiormente colpite dall’attuale crisi. Un approccio certamente non nuovo alla Banca Popolare di Bergamo, ma oggi ancora più consapevole ed imperniato sul coinvolgimento e sulle dinamiche socio-economiche dei Territori dove siamo chiamati ad operare”.

 

 

13 dicembre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Popolare di Bergamo, obbligazioni per la mensa Cri di Varese

  1. Daniela Elisa Vanoli via Facebook il 13 dicembre 2012, ore 18:11

    almeno la “mia” banca si contraddistingue nell’impegno nel sociale! evviva

Rispondi