Varese

La via dei Castelli, Della Chiesa: una nuova frontiera del turismo

Paola Della Chiesa

L’Agenzia del Turismo della Provincia di Varese continua a promuovere iniziative che costituiscano un ponte tra Varesotto e Canton Ticino. Esemplare, da questo punto di vista, l’interessante progetto Castelli del Ducato illustrato, questa mattina, presso la sede ex Apt. Si tratta di percorsi castellani tra Milano e Bellinzona, un progetto finanziato dal Fesr (Fondo europeo di sviluppo regionale), che vede il Comune di Somma Lombardo come ente capofila italiano e l’Ente Bellinzona Turismo e dintorni come ente capofila elvetico. Tra i partners anche Regione Lombardia. Il progetto è stato ideato da Giroscopio.

Ma in cosa consiste? Il progetto Castelli del Ducato intende tracciare un percorso culturale e turistico che conduca dal castello Sforzesco di Milano ai castelli di Bellinzona, valorizzando fortificazioni, architetture e centri urbani, fondati o ampliati durante la dominazione del ducato di Milano, da metà Trecento a metà Cinquecento. Le strutture castellane dell’antico ducato dei Visconti e degli Sforza, di grande interesse per il loro valore storico e artistico, individuano un’area geografica nella quale è possibile avviare attività di studio e ricerca finalizzate alla divulgazione storica e allo sviluppo turistico.

Si parte da un’opera di catalogazione di tutte le strutture superstiti, ma anche degli edifici più significativi di cui si sia perduta traccia materiale o di quelli inglobati in altre costruzioni (ville, palazzi ecc.). Al centro del progetto i numerosi castelli viscontei e sforzeschi e di alcuni rami nobiliari a essi imparentati.

Per Paola Della Chiesa, direttore Agenzia del turismo della Provincia di Varese, “è un interessante progetto di promozione turistica del territorio, sviluppato attraverso un elemento di grande valore artistico e culturale qual è il castello. Iniziativa che assume ancor più valore poiché vede inserita la nostra provincia e in particolare Somma Lombardo, all’interno di un circuito turistico che va da Milano a Bellinzona. Ritengo questo approccio un valore aggiunto alle attività di promozione già attivate, soprattutto in relazione all’appuntamento internazionale di Expo. Infine vorrei sottolineare come, in questo caso, la promozione turistica avvenga sia utilizzando i canali tradizionali come la guida cartacea che quelli più innovativi, grazie alle nuove tecnologia, sempre più diffuse tra i giovani”.

Massimiliano Carioni, Assessore Sicurezza e Protezione civile della Provincia di Varese, ha sottolineato come ”l’attività dell’Agenzia del turismo è stata importante nella promozione del nostro territorio sia nei confronti dei visitatori che vengono da fuori provincia che dei nostri concittadini. All’interno di un progetto più ampio di promozione turistica, l’assessorato che guido ha concretizzato una serie di progetti finalizzati a incrementare la sicurezza concreta e percepita. Un territorio che può vantare parametri di sicurezza elevati è certamente una meta appetibile per i turisti stranieri”. Il sindaco di Somma, Guido Colombo, dichiara: “La nostra amministrazione ha dato la massima disponibilità e collaborazione a questa importante iniziativa che inserisce Somma Lombardo in un circuito culturale e turistico di altissimo valore e che va ben oltre i confini della nostra provincia. Progetto che contribuisce a rafforzare i legami di questo unico territorio che va da Bellinzona a Milano e che ha legami storici, linguistici e culturali comuni”.

 

11 dicembre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi