Saronno

Saronno-Seregno, la protesta dei lavoratori la mette in ombra

L’assessore parla con i lavoratori a Saronno

E’ stata ufficialmente inaugurata stamani la Saronno-Seregno, una tratta ferroviaria completamente nuova, che connette la Brianza con l’area di Varese e, dunque, con l’aeroporto di Malpensa. Lunga 15 chilometri, 7,8 dei quali a doppio binario, prolunga la linea S9 da Albairate (Mi) a Seregno (MB). È stata realizzata in meno di tre anni (23 gennaio 2010-novembre 2012).

Hanno partecipato alla cerimonia il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni, l’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Andrea Gilardoni, l’amministratore delegato di Trenord Giuseppe Biesuz, i sindaci della zona e alcuni studenti delle scuole elementari e medie del territorio. ”Regione Lombardia – ha detto il presidente Formigoni – torna a far funzionare questa vera e propria ‘Pedemontana ferroviaria’, confermando la propria volontà di migliorare il servizio ferroviario, spina dorsale del trasporto pubblico locale”.

“In questo modo – ha proseguito Formigoni – si potrà decongestionare il traffico sul nodo di Milano e intercettare quello proveniente dal Nord Europa, senza intasare il capoluogo. La S9 diventa così strategica per un’area ancora più vasta della nostra regione e, allo stesso tempo, si allarga la rete toccata dal servizio di trasporto pubblico locale, soprattutto ferroviario”.

Ma non tutto è andato per il verso giusto. Una manifestazione di lavoratori Trenord si è svolta oggi a Saronno. L’assessore Gilardoni ha spiegato “di aver incontrato i lavoratori e discusso con loro le problematiche che possono essere affrontate in tempi brevi”. Ma poi l’assessore regionale ha aggiunto: ”le manifestazioni di oggi hanno messo in secondo piano un fatto molto importante, non solo per la Lombardia ma per il Paese, e cioè l’attivazione di una nuova linea tra Saronno e Seregno. Un’inaugurazione che è un fatto positivo, perché si colloca in un territorio fortemente antropizzato, in cui risulta ancor più significativo recuperare linee e infrastrutture che già esistono”.

 

10 dicembre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi