Varese

Don Andrea Gallo ridà voce a Savonarola in “Io non taccio”

Don Andrea Gallo

Un suggestivo spettacolo con uno dei preti più popolari e temuti. Mercoledì 12 dicembre, alle ore 21, presso il Teatro Apollonio, è in programa “Io non taccio. Prediche di Girolamo Savonarola” con don Andrea Gallo e con l’adattamento di Stefano Massini.

“Io non taccio” è il nuovo evento teatrale che ha per protagonista don Gallo, il parroco genovese fondatore della comunità di San Benedetto al Porto. Tratto dall’omonima opera letteraria, lo spettacolo riprende ed elabora alcune delle prediche di Girolamo Savonarola, il frate domenicano del ’400 passato alla storia come personaggio controverso, prima scomunicato e poi arso vivo da papa Alessandro VI. Si tratta di uno spettacolo dalle forme estremamente affilate, che traccia un diagramma non proprio incoraggiante della situazione socioculturale odierna, evidenziando incredibili similitudini con il degrado morale che Savonarola denunciava nella Firenze di oltre mezzo millennio fa.

Sul palco, a farla da padrone, è soprattutto la schiettezza che è propria di don Gallo e che in tutt’altre circostanze lo fu anche di Savonarola, il quale sosteneva che “un buon predicatore non guarda in viso a persona, come il buon cane abbaia a tutti senza lasciarsi lusingare. Un buon predicatore dice la verità contro ciascuno e tutti, perché sceglie il bene comune”. Ma don Gallo non interpreta Savonarola. Il suo è più una sorta di dialogo in cui due realtà tanto diverse e tanto simili si compenetrano a distanza di cinquecento anni, regalandoci il sospetto che poco sia cambiato e, soprattutto, che molto sia ancora da cambiare.

Da sempre attivissimo e particolarmente vicino alla causa degli ultimi e degli emarginati, don Gallo ritrova nel dialogo con Savonarola l’anarchia che gli è propria e la forza di trascendere l’apparenza per professaresenza remore i propri nobili ideali di uguaglianza e di giustizia. Anche a costo di andare contro la dottrinastessa della Chiesa.La colonna sonora originale, infine, è opera di Valentino Corvino, grazie a un originale e minuzioso lavorodi fusione tra la musica sacra del ’400 e i sound più aggressivi dei giorni nostri, ed eseguita dall’ensemble C-Project (con lo stesso Corvino alla viola e Stefano Albarello a voce e liuto).

I biglietti si possono acquistare presso la biglietteria del Teatro Apollonio di Varese. Info prevendite e prenotazioni – ufficio stampavarese@unaltrastoria.org - 338.7075200 oppure 328.4880715

10 dicembre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “Don Andrea Gallo ridà voce a Savonarola in “Io non taccio”

  1. Patrizia il 5 dicembre 2012, ore 08:34

    Non ho parole…Don Gallo riesce da sempre ad entrare nel mio cuore con la semplicitá delle sue parole…quanto Vangelo c è in tutto quel che dice e fa…in lui c è veramente il Cristo che sms e perdona, che accoglie, che allarga sempre le braccia ed aspetta il suo figliol prodigo…tutto quel che ha fatto è un grande esempio per un vero cristiano… Vorrei tanto assistere al suo spettacolo, purtroppo abito a Lecce ed in questo momento di crisi affrontare delle spese non è possibile!!! Vorrei per una volta abbracciarlo e sentire l abbraccio di Dio…. A Madeugorio non mi è stata data l assoluzione per essere separata… E mi hanno proibito di fate comunione… Mi hanno impedito di entrate in Comunione con Dio….Doero di incontrarlo prima o poi… Don Gallo: ti voglio bene!!!

Rispondi