Varese

Bossa Nova Project, batte un cuore carioca allo Spazio Lavit

Un momento del concerto

Brillante serata, quella che si è svolta allo Spazio Lavit di Varese, che ha ospitato un concerto – tre ore filate di musica e parole – del Bossa Nova Project. Una serata dedicata al Brasile che ha condotto, con entusiasmo incontenibile, Marco Caccianiga, che del gruppo è un po’ il leader. Tante note dedicate ai grandi della Bossa Nova, da Antônio Carlos Brasileiro de Almeida Jobim a Francisco “Chico” Buarque de Hollanda, da Marcus Vinícius da Cruz de Mello Moraes fino a Toquinho. Tanti grandi nomi mescolati da Caccianiga a ricordi personali, a grandi scontri calcistici, alle pagine di Amado, ai paesaggi di San Paolo e Rio de Janeiro.

Introdotto dal padrone di casa Alberto Lavit, fotografo e tra i fondatori dell’associazione culturale Parentesi, la realtà che ha promosso il bel concerto, il concerto si è svolto nella cornice dello Spazio di via Uberti 42, dove è in corso una mostra di disegni di Giancarlo Sangregorio. Nella performance la musica della Bossa Nova l’ha fatta da padrona, con i suoi ritmi carioca, i momenti di introspezione, le parentesi di gioia di vivere che esplode alla vista della natutra o del corpo di una bella ragazza. Grande virtuosismo quello di Giusy Consoli, voce anche dei Distretto 51, così come grande esibizione da parte degli altri musicisti. “Siamo musicisti a progetto – rimarca Caccianiga – nel senso che ci esibiamo nelle parentesi del nostro vero lavoro”.

Folto il pubblico presente, che ha applaudito calorosamente i musicisti e gli organizzatori della bella serata dedicata al Brasile e ai brasiliani.

 

 

FOTO

9 dicembre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi