Varese

Scuole, Bottini: ecco il bilancio di 5 anni di lavoro della Provincia

Questa mattina l’assessore all’Edilizia scolastica Gianfranco Bottini ha tenuto una conferenza stampa per ripercorrere l’attuazione programmatica nelle scuole superiori di competenza di Provincia di Varese.

Ha detto Bottini: “Credo sia giusto illustrare pubblicamente i numeri, dietro ai quali vi sono progetti concreti. In questi anni l’amministrazione ha creduto e investito risorse importanti nell’edilizia scolastica, raggiungendo ottimi traguardi sotto il profilo della sicurezza, del miglioramento della didattica e di quella che possiamo definire la vita quotidiana dei nostri studenti e degli insegnanti”.

L’assessorato governa 44 edifici scolastici e 36 strutture sportive, per un totale di circa 367 mila metri quadrati utilizzati per fini didattici e 173 mila metri quadrati di aree verdi pertinenti. Nel 2012 la popolazione scolastica è stata di 34.538 studenti, con un “pendolarismo” scolastico piuttosto accentuato, soprattutto in entrata, tanto che l’Assessore Bottini ha sottolineato come “vi sia un saldo a nostro “sfavore” di circa 3.500 alunni. Che però certifica anche la grande attrattività delle nostre scuole sotto ogni profilo”.

Tra i punti sottolineati dall’assessore Bottini vi sono poi la certificazione di idoneità statica ottenuta da tutti gli edifici e quella dell’antincendio, che “in realtà manca solo nei 13 edifici dove vi sono ancora cantieri aperti”. Altro punto qualificante è la rimozione totale delle coperture in amianto e l’impulso all’impiego di fonti di energia alternative come il fotovoltaico: “Ciò ci ha consentito di diventare tra le poche province in Italia a risolvere il problema delle coperture in amianto, ma anche tra quelli più virtuose sotto l’aspetto di produzione e consumo di energia alternativa. Questo, inoltre, consente un risparmio di 850 mila euro in bolletta, pari a più del 60%”.

Altro progetto emblematico, oltre a quello generale degli impianti fotovoltaici, portati a termine dall’amministrazione in questi cinque anni, c’è la nuova sede del liceo artistico Candiani di Busto Arsizio: “E’ una scuola che può vantare tutti i sistemi più moderni di autosufficienza energetica e soluzioni tecnologiche all’avanguardia. Oltre a una struttura esteticamente unica per la sua bellezza. Questa è una scuola che è stata pensata e progettata da dipendenti dell’assessorato, che colgo anche l’occasione per ringraziare per il grande lavoro svolto”.

 

6 dicembre 2012
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi